Assistenza fiscale, ipotecaria e catastale: in rete la nuova “Carta dei servizi” dell’Agenzia delle Entrate

Assistenza fiscale, ipotecaria e catastale: in rete la nuova “Carta dei servizi” dell’Agenzia delle Entrate

 

L’Agenzia delle Entrate ha diffuso, il 30 dicembre 2016, sul proprio sito web, la nuova “Carta dei servizi”, che offre una mappatura dettagliata dei servizi fiscali e ipotecari-catastali offerti dall’Amministrazione finanziaria.

Il Documento, approvato con Provvedimento del Direttore dell’Agenzia, fissa gli impegni che l’Amministrazione si assume nei confronti dei contribuenti e contiene una dettagliata descrizione dei servizi fiscali, ipotecari e catastali, i canali di accesso e, per alcuni servizi, i rispettivi tempi di erogazione e di attesa. La “Carta dei servizi” è presentata dall’Agenzia come uno strumento finalizzato a favorire la fiducia reciproca ed a promuovere la compliance attraverso servizi ancora più accessibili, tempestivi e, in definitiva, all’altezza delle aspettative dei destinatari

Il Documento – giunto alla terza edizione – si apre con una Parte generale, nella quale vengono illustrati gli obiettivi, i valori di riferimento, i principali servizi offerti e indicate le informazioni utili per richiedere assistenza. La Parte seconda è invece dedicata alle “Schede servizio”, in cui sono illustrati in modo dettagliato i servizi forniti ai cittadini. Le schede prevedono anche una Sezione contenente gli indicatori e gli impegni assunti.


Related Articles

Processo tributario: l’esimente da sanzioni non può essere rilevata d’ufficio

  Nella Sentenza n. 12768 del 19 giugno 2015, la Corte di Cassazione afferma che la generica richiesta di accertamento

“Covid-19”: ulteriore proroga al 30 settembre 2020 del termine per aderire al Servizio di consultazione e acquisizione delle e-fatture

L’Agenzia delle Entrate, con il Provvedimento Prot. n. 85115/2020 del 4 maggio 2020, ha apportato modifiche al Provvedimento 30 aprile

Revisione parziale del classamento: è soggetto alle stesse regole dettate per la “revisione del classamento” dall’art. 9 del Dpr. n. 138/1998

Nell’Ordinanza n. 6187 del 1°marzo 2019, della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità chiariscono che il procedimento di “revisione