Atti tributari: possono essere notificati presso l’ufficio del contribuente e ciò vale anche per i lavoratori subordinati

Atti tributari: possono essere notificati presso l’ufficio del contribuente e ciò vale anche per i lavoratori subordinati

Nella Sentenza n. 12005 del 10 giugno 2015, la Corte di Cassazione precisa che, ai sensi dell’art. 60, comma 1, del Dpr. n. 600/73, la notificazione degli avvisi e degli altri atti che per legge devono essere notificati al contribuente è eseguita secondo le norme stabilite dagli artt. 137 e seguenti del Cpc, con alcune modifiche specificamente indicate – lett. a) e f) – e, in particolare, tra queste, per quanto rileva nel caso in esame, che “quando nel Comune nel quale deve eseguirsi la notifica non vi è abitazione, ufficio o azienda del contribuente, l’avviso del deposito prescritto

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Debito Imu: no alla compensazione tramite permuta di un terreno

Nella Delibera n. 35 del 14 aprile 2020 della Corte dei conti Piemonte, un Sindaco chiede se sia corretto effettuare

“Urbact”: al via il bando europeo per lo sviluppo urbano sostenibile

Sono in arrivo dall’Unione europea 96 milioni di Euro destinati allo sviluppo urbano sostenibile. Ad annunciarlo, con il Comunicato 13

SPECIALE “Legge di bilancio 2017”: il commento dei commi che impattano sul bilancio degli Enti Locali

Commi da 433 a 443 – Fondi a favore degli Enti territoriali Il comma 433 istituisce un Fondo presso il