Baratto amministrativo: effetti sugli equilibri di bilancio degli Enti Locali che lo utilizzano

Baratto amministrativo: effetti sugli equilibri di bilancio degli Enti Locali che lo utilizzano

Nella Delibera n. 27 del 23 marzo 2016 della Corte dei conti Emilia Romagna, la Sezione si pronuncia sull’interpretazione dell’art. 24 del Dl. n. 133/14 che ha introdotto nel nostro ordinamento l’istituto del c.d. “baratto amministrativo” e dei suoi effetti sugli equilibri di bilancio degli Enti Locali che decidano, attraverso l’adozione di appositi Regolamenti, di utilizzare il predetto strumento che consente ai cittadini, singoli o in forma associata, a fronte della realizzazione di interventi di cura e tutela del territorio dagli stessi posta in essere, di beneficiare di agevolazione tributarie. La Sezione osserva che la disposizione sopra richiamata

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Imu/Tasi: definite le modalità di invio delle Dichiarazioni degli Enti non commerciali

È stato pubblicato sul sito web istituzionale del Mef – Dipartimento delle Finanze, il Decreto Direttore generale delle Finanze 4

Tosap: non è sempre dovuta dal gestore del “Servizio di parcheggio comunale”

Nella Sentenza n. 281/01/16 del 24 febbraio 2016 della Ctp Caltanissetta, una Società – la ricorrente – ha stipulato con

Responsabilità: condanna di un Assessore e di una Società per la concessione di un contributo per l’organizzazione di un torneo

Corte dei conti – Sezione prima giurisdizionale centrale d’appello – Sentenze n. 813 del 10 ottobre 2013 Oggetto Condanna di