“Bonus bebè”: emanato il Decreto attuativo per disciplinare l’attribuzione dei contributi per i nuovi nati

“Bonus bebè”: emanato il Decreto attuativo per disciplinare l’attribuzione dei contributi per i nuovi nati

E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 83 del 10 aprile 2015 il Dpcm. 27 febbraio 2015, che regola l’attuazione del comma 125 dell’art. 1 della Legge n. 190/14 (“Legge di stabilità 2015”) relativo al c.d. “Bonus bebè”.

Il citato comma 125 ha disposto che, per ogni figlio nato o adottato tra il 1° gennaio 2015 e il 31 dicembre 2017, venga riconosciuto un contributo annuale annuale di 960 Euro. L’assegno è corrisposto a neo-genitori di cittadinanza italiana, di uno Stato membro o extracomunitari con permesso di soggiorno, residenti in Italia e aventi un Isee inferiore a

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Debiti P.A.: al via le anticipazioni di liquidità per lo sblocco dei pagamenti nei Comuni commissariati

  Tra le numerose novità introdotte dal “Decreto Enti Locali” (Dl. n. 78/15, recentemente convertito dalla Legge 6 agosto 2015,

Anticorruzione: le regole del “Piano triennale per la prevenzione della corruzione e della trasparenza” per piccoli Comuni non sono estese alle Unioni

L’Autorità nazionale Anticorruzione, con la Delibera n. 881/2019, ha dichiarato il divieto di estensione alle Unioni di Comuni delle norme

Edilizia scolastica: ripartiti tra le Regioni 26,4 milioni di Euro per l’adeguamento sismico delle scuole

“Via libera” del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca al riparto, tra le Regioni, di 26,4 milioni di Euro per l’adeguamento