Cancellazione residui attivi inesigibili in sede di riaccertamento straordinario

Cancellazione residui attivi inesigibili in sede di riaccertamento straordinario

Nella Sentenza n. 4 del 24 aprile 2020 della Corte dei conti, Sezioni Riunite, la questione controversa in esame riguarda l’interpretazione da dare all’effettiva portata applicativa del riaccertamento straordinario dei residui nel passaggio dal tradizionale Sistema contabile previsto dal Testo unico al Sistema di norme derivante dal Dlgs. n. 118/2011, con il quale è stata introdotta la cosiddetta contabilità “armonizzata”.

In particolare, si tratta di stabilire se è ammissibile la cancellazione, in occasione del riaccertamento straordinario previsto dall’art. 3, comma 7, del Dlgs. n. 118/2011, di residui attivi che avrebbero dovuto essere espunti dal conto del bilancio all’esito

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Campione d’Italia: in arrivo 5,5 milioni di Euro per pagare i debiti certi, liquidi ed esigibili contratti con Enti e Imprese non Ue

“L’Italia confina a ovest con la Francia, a est ……ecc. e a nord l’Austria e la Svizzera!”. Questa era la

Affidamento “in house”: dimostrazione della reale convenienza rispetto alle condizioni economiche offerte dal mercato

Nella Sentenza n. 742 del 22 marzo 2021 del Tar Lombardia, i Giudici pongono in evidenza quanto stabilito dall’art. 192,

Patto di stabilità interno 2015: aggiornato il prospetto degli obiettivi per i Comuni che gestiscono servizi in forma associata

  Sono stati rimodulati gli obiettivi 2015-2018 del Patto di stabilità per i Comuni che gestiscono servizi in forma associata.

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.