Cancellazione residui attivi inesigibili in sede di riaccertamento straordinario

Cancellazione residui attivi inesigibili in sede di riaccertamento straordinario

Nella Sentenza n. 4 del 24 aprile 2020 della Corte dei conti, Sezioni Riunite, la questione controversa in esame riguarda l’interpretazione da dare all’effettiva portata applicativa del riaccertamento straordinario dei residui nel passaggio dal tradizionale Sistema contabile previsto dal Testo unico al Sistema di norme derivante dal Dlgs. n. 118/2011, con il quale è stata introdotta la cosiddetta contabilità “armonizzata”.

In particolare, si tratta di stabilire se è ammissibile la cancellazione, in occasione del riaccertamento straordinario previsto dall’art. 3, comma 7, del Dlgs. n. 118/2011, di residui attivi che avrebbero dovuto essere espunti dal conto del bilancio all’esito

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Sisma 2016: approvato Programma opere pubbliche relativo a riparazione del patrimonio edilizio pubblico suscettibile di destinazione abitativa

È stata pubblicata sulla G.U. n. 111 del 30 aprile 2020 l’Ordinanza n. 86 del 24 gennaio 2020 del Commissario

Istat: in G.U. l’Elenco delle Amministrazioni pubbliche inserite nel conto economico consolidato

È stato pubblicato sulla G.U. Serie generale n. 229 del 30 settembre 2019 l’Elenco annuale Istat relativo alle Amministrazioni pubbliche

Armonizzazione sistemi contabili Enti Locali: il punto della Commissione Arconet sugli adempimenti 2016

Con un Documento pubblicato nei giorni scorsi sul Portale istituzionale della Ragioneria generale dello Stato, la Commissione Arconet ha riepilogato

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.