Certificazione perdita gettito “Covid-19”: i Modelli saranno resi disponibili solo a partire dal mese di marzo 2021

Certificazione perdita gettito “Covid-19”: i Modelli saranno resi disponibili solo a partire dal mese di marzo 2021

E’ stato pubblicato sul sito istituzionale della RgS–Sezione “Pareggio di bilancio”, il Comunicato 16 novembre 2020 relativo ai Modelli allegati al Decreto Mef 3 novembre 2020, n. 212342, concernente la Certificazione della “perdita di gettito” connessa all’emergenza epidemiologica da “Covid-19”, ai sensi dell’art. 39, comma 2, del Dl. 14 agosto 2020, n. 104 (“Fondo per l’esercizio delle funzioni degli Enti Locali”).

Le Città metropolitane, le Province, i Comuni, le Unioni di comuni e le Comunità montane, beneficiari delle risorse di cui al “Fondo per l’esercizio delle funzioni degli Enti Locali” (art. 106 del Dl. 19 maggio 2020, n. 34, e art. 39 del Dl. 14 agosto 2020, n. 104), compilano i Modelli allegati al Decreto Mef n. 212342 del 3 novembre 2020, concernente la Certificazione della “perdita di gettito” connessa all’emergenza epidemiologica da “Covid-19”, e li trasmettono, entro il termine perentorio del 30 aprile 2021, al Mef-RgS, utilizzando il Sistema web appositamente previsto per il “Pareggio di bilancio” nel sito web all’indirizzo http://pareggiobilancio.mef.gov.it.

Viene precisato che alcuni dati che saranno pre-compilati in tali Modelli di certificazione, relativi in particolare a Imposta municipale propria (Imu), Tributo per i servizi indivisibili (Tasi), Imi, Imis, Addizionale comunale all’Irpef, Imposta sulle assicurazioni contro la responsabilità civile derivante dalla circolazione dei veicoli a motore esclusi i ciclomotori (Rca), Imposta provinciale di trascrizione (Ipt), saranno forniti dal Dipartimento delle Finanze, ma solo successivamente al 28 febbraio 2021.

Pertanto i Modelli relativi alla certificazione (Modelli “Covid-19”, “’Covid-19’-Delibere”, “Certif-‘Covid-19’’“ e “Certif-‘Covid-19’/A”) saranno resi disponibili sull’applicativo web http://pareggiobilancio.mef.gov.it solo a partire dal mese di marzo 2021.

In ogni caso, con successivo Comunicato, da pubblicarsi sempre sul sito istituzionale della RgS–Sezione “Pareggio di bilancio”, sarà resa nota la data a partire dalla quale saranno messi in linea i Prospetti di cui sopra.

Inoltre, la Ragioneria generale dello stato ricorda che per procedere all’invio telematico della Certificazione (Modelli “Certif-‘Covid-19’“ e “Certif-‘Covid-19’/A”), il Rappresentante legale, il Responsabile del Servizio “Finanziario”, e i componenti dell’Organo di revisione economico-finanziaria, devono sottoscrivere la stessa mediante firma digitale.

Al fine di rispettare il termine perentorio di invio del 30 aprile 2021, la Ragioneria invita gli Enti:

  • che ancora non hanno un’utenza di accesso al “Pareggio di bilancio”, a richiedere l’utenza con le modalità indicate nell’Allegato 2 – Accesso Web/20 al Decreto Mef 3 novembre 2020, n. 212342 (i firmatari della Certificazione non devono essere necessariamente utenti dell’applicativo);
  • a verificare che le smart card dei soggetti preposti alla firma digitale siano valide e non scadute.

Related Articles

“Fondo di solidarietà comunale”: criteri di formazione e riparto per l’anno 2020

È stato pubblicato in G.U., Serie generale n. 83 del 29 marzo 2020, il Dpcm. 28 marzo 2020, rubricato “Criteri

Anticorruzione: l’Anac esorta le P.A. ad adottare i Regolamenti previsti in caso di interdizione degli Organi deputati a conferire incarichi

Le verifiche compiute dall’Autorità nazionale Anticorruzione hanno messo in luce una diffusa inadempienza delle Amministrazioni regionali, provinciali e comunali alle

Patto di stabilità 2015: emanato il Decreto Mef sul monitoraggio semestrale

  E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 158 del 10 luglio 2015 il Decreto 26 giugno 2015 del Ministero dell’Economia

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.