Clausola del bando che prevede l’aggiudicazione con il criterio del massimo ribasso: impugnazione

Clausola del bando che prevede l’aggiudicazione con il criterio del massimo ribasso: impugnazione

Nella Sentenza n. 1109 del 30 ottobre 2017 del Tar Puglia, i Giudici si esprimono sull’impugnazione immediata della clausola del bando che prevede l’aggiudicazione con il criterio del massimo ribasso. I Giudici pugliesi affermano che anche dopo la novella introdotta all’art. 120 del Cpa. dall’art. 204 del Dlgs. n. 50/16, è inammissibile l’impugnazione immediata della clausola del bando di gara che prevede, quale criterio di aggiudicazione prescelto, quello del massimo ribasso. I Giudici pongono in evidenza che i recenti interventi normativi in materia di contratti pubblici non hanno introdotto altri casi di impugnazione immediata da parte di potenziali concorrenti, tanto che allo stato non può ritenersi che l’onere di immediata impugnazione sia riferibile anche alle modalità di valutazione delle offerte e attribuzione dei punteggi e, in generale, alle modalità di svolgimento della gara, nonché alla composizione della Commissione giudicatrice. L’interesse al corretto svolgimento della gara, scisso ed autonomo, sebbene strumentale, rispetto a quello all’aggiudicazione, è stato valorizzato attraverso la novella di cui all’art. 120, comma 2-bis, del Cpa. Dunque, i Giudici pugliesi sottolineano come la formulazione delle nuove norme processuali ha distinto, la prima fase relativa alle ammissioni/esclusioni, da quella relativa all’aggiudicazione, ma non ha anticipato la tutela fino a generalizzare la possibilità di immediata impugnazione del bando. Ne consegue che deve escludersi che la normativa di riferimento, anche dopo i recenti interventi riformatori, lasci margini di interpretazione nel senso di ampliare ulteriormente i casi di immediata impugnazione.

 

Sentenza n. 1109 – Tar Puglia 2017


Related Articles

Acquisto di dispositivi di protezione individuale: pubblicato il Decreto Mef che assegna 1 miliardo alle Regioni come rimborso per il 2020

È stato pubblicato, sulla G.U. n. 218 dell’11 settembre 2021, il Decreto Mef concernente il “Riparto del ‘Fondo per il

Uno sguardo sul 2022 del Progetto “Next Generation Eu – EuroPA Comune”

Giunti al secondo anno di vigenza del Progetto “Next Generation Eu – EuroPA Comune”, il “Pnrr” è entrato in una

Rendiconti Regioni e Province autonome esercizio 2018: diffuse le “Linee guida” per le Relazioni dei Collegi dei Revisori dei conti

Con la Delibera n. 7 del 17 aprile 2019, la Corte dei conti-Sezione Autonomie ha approvato le “Linee guida” per