Compensi degli Amministratori delle Società partecipate: il riferimento è al costo sostenuto nel 2013

Compensi degli Amministratori delle Società partecipate: il riferimento è al costo sostenuto nel 2013

Con la Delibera n. 120 del 10 luglio 2015, la Corte dei conti Emilia Romagna si esprime sull’interpretazione della nozione di “costo annuale sostenuto”, agli effetti della determinazione della percentuale di compenso spettante agli Amministratori delle Società a totale partecipazione pubblica. La Sezione afferma che il concetto di “costo annuale sostenuto” non può che essere riferito all’esborso effettivamente erogato dal Comune nell’esercizio 2013 a titolo di compenso per gli Amministratori delle Società controllate direttamente o indirettamente dalle Amministrazioni pubbliche di cui all’art. 1, comma 2, del Dlgs. 165/01; né, data la formulazione della norma, la Sezione ritiene che, allo stato, possano soccorrere spazi ermeneutici tali da consentire di tenere in conto le peculiari situazioni che, in concreto, allo scopo di temperare conseguenze derivanti da una letterale applicazione della norma, abbiano concorso a quantificare gli importi sostenuti in misura ridotta rispetto alle originarie spettanze. In conclusione, nei termini come sopra ridefiniti, agli effetti della determinazione della percentuale di compenso spettante agli Amministratori delle Società in questione, il “costo annuale sostenuto” (previsto dalla norma citata) non può che essere quello effettivamente erogato dal Comune nell’anno 2013.

Delibera n. 120 del 10 luglio 2015-Corte dei conti Emilia Romagna

 


Related Articles

Spesa auto P.A.: via libera della Corte all’esclusione dal computo di quelle usate da Vigili e Protezione civile  

Un Comune, nella Delibera n. 225 del 17 dicembre 2014, della Corte dei conti Emilia Romagna, ha formulato una richiesta

Mobilità volontaria: legittima se lo scorrimento è risultato infruttuoso

Nella Sentenza n. 5230 del 13 dicembre 2016 del Consiglio di Stato, i Giudici si esprimono sullo scorrimento della graduatoria,

Consigliere residente fuori del capoluogo del Comune: sì al rimborso spese di viaggio se mancano trasporti pubblici adeguati

Nella Delibera n. 38 del 29 dicembre 2016 della Corte dei conti Autonomie, la questione controversa riguarda le modalità di