Condanna di un Sindaco per il danno da un illecito pagamento disposto al titolare dell’impresa fallita anziché al Curatore fallimentare

Condanna di un Sindaco per il danno da un illecito pagamento disposto al titolare dell’impresa fallita anziché al Curatore fallimentare

Corte dei conti, Sezione Terza Giurisdizionale Centrale d’Appello, Sentenza n. 154 del 13 aprile 2017

Fatto:

Nel giugno 2010 il Sindaco di questo Comune laziale, con propria Determinazione, aveva disposto il pagamento di 2 fatture (del marzo/aprile 2005), per un importo complessivo di Euro 85.800,00; a ciò seguiva l’Ordine di servizio dello stesso Sindaco, diretto al Servizio “Finanziario”, di versare tale importo “direttamente sul conto personale dell’ex Amministratore” della Società. La Procura contabile ha affermato che i pagamenti erano “avvenuti a distanza di 3 anni dalla chiusura dei rapporti con la ditta e addirittura

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Fabbisogno Settore statale: a febbraio 2016 supera di quasi 3 miliardi quello 2015

Circa 9,9 miliardi di Euro contro i 7,1 del mese corrispondente del 2015: è la misura del fabbisogno del Settore

Mutui e prestiti obbligazionari: entro il 28 febbraio 2019 i Comuni devono confermare la spesa sostenuta per l’estinzione anticipata

Dal 1° al 28 febbraio 2019 si apre la finestra entro la quale i Comuni possono inviare – a completamente

Ici: terreno comunale concesso in superficie a favore di una Cooperativa edilizia per la costruzione di alloggi economici e popolari

Nell’Ordinanza n. 15701 del 23 giugno 2017 della Corte di Cassazione, la questione controversa riguarda un’Azienda territoriale per l’edilizia residenziale