Consiglieri comunali: qual è il confine tra il loro diritto di accesso e il diritto alla privacy dei cittadini cui i dati richiesti si riferiscono?

Consiglieri comunali: qual è il confine tra il loro diritto di accesso e il diritto alla privacy dei cittadini cui i dati richiesti si riferiscono?

Il testo del quesito:

Se un Consigliere comunale fa richiesta di accesso a degli atti che contengono dati particolari di soggetti terzi, come deve comportarsi il Comune? Come tracciare il confine tra il diritto di accesso dei Consiglieri e il diritto alla privacy dei cittadini cui i dati richiesti si riferiscono?

La risposta dei ns. esperti

Il diritto di accesso dei Consiglieri comunali agli atti del Comune, affermato dall’art. 43, comma 3, Dlgs. n. 267/2000, ha un valore particolare, in quanto è finalizzato al pieno ed effettivo svolgimento delle funzioni assegnate al Consiglio stesso, con la conseguenza che

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Contratti della P.A. di acquisto o locazione di immobili: la vigilanza è competenza dell’Anac

Nella Sentenza n. 1241 del 10 maggio 2018 del Consiglio di Stato, la questione controversa in esame riguarda la corretta

Concessioni di servizi: non sussiste l’obbligo del pagamento del contributo Anac sulla gara

  Nella Sentenza n. 563 del 15 giugno 2017 del Tar Veneto, una Società impugna il provvedimento di ammissione di

Tari: per la Corte Sicilia è infondato considerarla tra le entrate di dubbia e difficile esazione  

Nella Delibera n. 113 del 15 giugno 2016 della Corte dei conti Sicilia, un Sindaco ha chiesto quale tipo di

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.