Conto economale

Conto economale

Nella Sentenza n. 29 del 15 febbraio 2021 della Corte dei conti, I Sezione centrale di Appello, è stata chiesta la riforma di una Sentenza con la quale è stato condannato l’Economo di un Comune a restituire la somma di Euro 1.979,16, per il mancato discarico pronunciato all’esito del giudizio di conto instaurato nei suoi confronti per l’esercizio 2009.

Più in particolare, il discarico del soggetto investito del maneggio di liquidità affidate alla sua gestione presuppone che, al termine dei riscontri effettuati, si giunga all’esaustiva dimostrazione della correttezza delle spese sostenute a valere sulle disponibilità assegnate, essendo altrimenti tenuto a restituire il tantundem al fine di ricostituire la consistenza iniziale per la parte non giustificata.

La Sezione chiarisce che non rientrano nelle categorie previste dal Regolamento di contabilità la serie di spese enumerate per le quali, a parte l’evidente estraneità di alcune (ad es. alimenti, acquisti natalizi, cornice argentata), non risulta allegata idonea dimostrazione sulla natura e sui presupposti concreti che ne hanno determinato l’effettuazione tramite l’Ufficio Economale anziché attraverso le ordinarie procedure amministrative e contabili. Infatti, un articolo del citato Regolamento riguardante le spese ammissibili da parte dell’Economo dell’Ente, nel premettere che competono a tale Agente solo le minute spese d’ufficio, ne fornisce un’elencazione piuttosto esaustiva, nella quale non possono essere ricomprese quelle in contestazione, per evidente non inerenza delle stesse. Peraltro, tale esclusione è pienamente coerente con la ratio comune alle varie tipologie oggetto di dettaglio, tutte qualificabili in termini di piccole spese per il funzionamento degli Uffici o per lo svolgimento di alcune attività, riguardanti la gestione di atti, documenti e pubblicazioni, ovvero la mobilità o altre evenienze concernenti i dipendenti e gli Amministratori (a titolo esemplificativo, cancelleria, minimi adempimenti fiscali, spedizioni postali, abbonamenti a bollettini o riviste, partecipazioni a convegni e seminari di studio, accertamenti sanitari per i dipendenti, e così via).


Related Articles

Convenzione di segreteria tra Comuni: via libera all’attribuzione dei diritti di rogito al Segretario preposto  

Nella Delibera n. 275 del 29 ottobre 2014 della Corte dei conti Lombardia, pubblicata oggi sul sito istituzionale, un Sindaco

Codici catastali Comuni: aggiornate Tabelle codici-tributo

L’Agenzia delle Entrate ha reso disponibile il 22 gennaio 2015 una nuova versione delle Tabelle dei codici-tributo e altri codici

Elezioni amministrative 2018: pubblicato il Vademecum Anci volto a supportare i Comuni coinvolti

In vista delle imminenti Consultazioni elettorali, che interesseranno oltre 700 Comuni, l’Associazione nazionale dei Comuni italiani ha diffuso il “Vademecum

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.