Controversia su assunzioni Società “in house”: la giurisdizione è del Giudice ordinario

Controversia su assunzioni Società “in house”: la giurisdizione è del Giudice ordinario

Nella Sentenza n. 101 del 15 marzo 2018 del Tar Abruzzo, la questione controversa in esame riguarda una procedura selettiva indetta con l’Avviso di selezione per l’assunzione a tempo indeterminato di n. 67 lavoratori da una Società “in house providing”. I Giudici chiariscono che, nel sistema vigente, le Società “in house”, pur costituendo sul piano sostanziale mere articolazioni della Pubblica Amministrazione, con la conseguente soggezione alla giurisdizione contabile per ipotesi di responsabilità amministrativa, rimangono Società di diritto privato sul piano formale per cui, quando provvedono alla propria provvista di personale, esercitano la loro generale capacità privatistica, con conseguente devoluzione al Giudice ordinario delle relative controversie.


Related Articles

Gestione rifiuti: illegittimo l’affidamento diretto del Servizio a una Società di cui fa parte un soggetto privato

Nella Sentenza n. 4253 dell’11 settembre 2015 del Consiglio di Stato, i Giudici affermano l’illegittimità della Delibera con la quale

Società partecipate: la Corte Lombardia interviene sui compensi per la partecipazione di dipendenti pubblici ai Cda

Nella Delibera n. 325 del 25 novembre 2014 della Corte dei conti Lombardia, un Sindaco ha formulato una richiesta di

Società partecipate: applicabilità delle norme sul contenimento delle assunzioni ai contratti per il lavoro flessibile

Nella Delibera n. 248 del 19 novembre 2014, della Corte dei conti Toscana, il quesito verte sull’applicazione delle norme relative