Corte dei conti: “Necessario ridurre le Stazioni appaltanti, anche al fine di rafforzarne la competenza tecnica”

Corte dei conti: “Necessario ridurre le Stazioni appaltanti, anche al fine di rafforzarne la competenza tecnica”

Con il Comunicato n. 33 del 9 giugno 2020, la Corte dei conti rende nota la Relazione della Sezione centrale di controllo sulla gestione delle Amministrazioni dello Stato su “la gestione degli acquisti di beni e servizi da parte del Ministero della Difesa e del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca” e relativa al periodo 2014-2017, approvata con Delibera n. 5/2020/G.

La Magistratura contabile ha enfatizzato la necessità di “ridurre le Stazioni appaltanti, anche al fine di rafforzarne la competenza tecnica”.La Relazione fa seguito a 2 precedenti indagini sulla stessa materia svolte nei confronti di altre Amministrazioni statali per controllare la qualificazione della spesa, così da garantire che l’uso delle risorse pubbliche sia, non solo legittimo, ma anche proficuo.

 “Per il buon andamento e la trasparenza dell’azione amministrativa – scrive la Corte – i dati dovrebbero essere di immediata disponibilità. Al contrario, la distribuzione degli affidamenti tra le possibili modalità non risulta adeguatamente monitorata dalle Amministrazioni, così come il ricorso alle procedure aperte e ristrette è risultato poco rilevante”. Peraltro, deve essere osservato che la recente normativa ha previsto per gli acquisti sottosoglia il ricorso all’affidamento diretto, preceduto dal confronto tra almeno 5 operatori economici. L’elevato numero di contratti che rientrano nell’ambito di tale valore può produrre il rischio di sottrarre al mercato una percentuale notevole degli affidamenti, a sfavore della libera concorrenza. Per i servizi offerti da Consip, si sono riscontrate criticità collegabili alla mancanza di continuità tra la scadenza delle convenzioni e il rinnovo delle stesse e a discordanze tra quanto previsto nelle condizioni generali e nella normativa. Inoltre, i contratti-tipo sul portale Mepa, ogni tanto, risultano carenti di dettagli e richiedono perciò il completamento con clausole aggiuntive.


Related Articles

Agenzia delle Entrate: aggiornate le faq in materia di contratti di locazione e “Bonus mobili e ristrutturazioni”

Con la Nota 20 gennaio 2014, l’Agenzia delle Entrate ha reso noto l’avvenuto aggiornamento della Sezione dedicata alle risposte a

Revisione classamento e rendita immobile a seguito di revisione dei parametri catastali della relativa microzona 

Nella Sentenza n. 6731 del 2 aprile 2015, la Corte di Cassazione ha ad oggetto la revisione del classamento (da

Analisi del Sistema dei controlli interni degli Enti Locali: il punto della Corte dei conti sul biennio 2015-2016

Con il Comunicato-stampa 17 luglio 2018, la Sezione delle Autonomie della Corte dei conti rende noto il referto su “I

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.