“Covid-19”: prorogati l’isolamento fiduciario e la sorveglianza sanitaria per i cittadini provenienti dai Paesi extra Schengen

“Covid-19”: prorogati l’isolamento fiduciario e la sorveglianza sanitaria per i cittadini provenienti dai Paesi extra Schengen

Restano in vigore fino al 14 luglio 2020 l’isolamento fiduciario e la sorveglianza sanitaria per tutti i cittadini provenienti dai Paesi fuori dall’area Schengen. A stabilirlo, con l’Ordinanza 30 giugno 2020, pubblicata sulla G.U. n. 165 del 2 luglio 2020 (“Ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19”, è stato il Ministero della Salute.

Considerato il protrarsi della crisi epidemiologica a livello internazionale, l’Ordinanza – efficace dal 30 giugno 2020 – ha prorogato fino al 14 luglio 2020 le limitazioni imposte dall’art. 6, comma 2, del Dpcm. 11 giugno 2020, aggiungendo però anche le comprovate ragioni di studio ai motivi che consentono ai cittadini dei citati Stati l’ingresso nel territorio nazionale.

Ricordiamo che in precedenza si poteva derogare alle limitazioni di cui sopra solo per comprovate esigenze lavorative, motivi di salute o assoluta urgenza.

Come precisato dall’art. 1, comma 3, agli ingressi in Italia di cui al comma 2 da Stati o territori esteri diversi da quelli di cui all’art. 6, comma 1, del Dpcm. 11 giugno 2020, si applica l’obbligo di sorveglianza sanitaria e isolamento fiduciario con le modalità di cui agli artt. 4 e 5 del medesimo Decreto.


Related Articles

Trasferimenti: in corso di pubblicazione i Decreti che ripartiscono risorse stanziate per gli Enti Locali

Facendo seguito al Comunicato n. 2 del 22 ottobre scorso il Ministero dell’Interno – Dipartimento per gli Affari interni e

Concorsi pubblici: le riserve per i volontari delle Forze Armate sono sempre obbligatorie?

Il testo del quesito: “Le riserve di posti in favore dei volontari di soggetti appartenenti alle Forze Armate nei concorsi

“Furbetti del cartellino”: in G.U. il Dlgs. in materia di licenziamento disciplinare del pubblico dipendente

Tempi duri per i c.d. “furbetti del cartellino”, come ormai sono stati definiti dai mass media i dipendenti che “barano”

1 comment

Write a comment

Only registered users can comment.