“Decreto Rilancio”: esonero temporaneo del contributo Anac per Stazioni appaltanti ed operatori economici

“Decreto Rilancio”: esonero temporaneo del contributo Anac per Stazioni appaltanti ed operatori economici

Ma restano fermi gli adempimenti in materia di tracciabilità

L’art. 65 del Dl. n. 34/2020 (cd. “Decreto Rilancio”) ha previsto l’esonero per le Stazioni appaltanti e per gli Operatori economici dal versamento dei contributi all’Autorità nazionale Anticorruzione per tutte le procedure di gara avviate dalla data del 19 maggio 2020 e fino al 31 dicembre 2020.

L’Autorità, con Comunicato del Presidente 20 maggio scorso, ha chiarito che:

  • per le gare già avviate alla data del 18 maggio 2020 la contribuzione è comunque dovuta;
  • per “avvio della procedura” si intende la data di pubblicazione del bando di gara oppure, nel caso di procedure senza previa pubblicazione di bando, la data di invio della lettera di invito a presentare l’offerta;
  • la data di pubblicazione del bando a cui fare riferimento è quella della prima pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea, sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana oppure nell’Albo Pretorio;
  • restano fermi tutti gli altri adempimenti previsti in materia di tracciabilità dei flussi finanziari e di monitoraggio e vigilanza sui contratti pubblici, con particolare riguardo alla richiesta di “Cig” e “SmartCig” e agli obblighi informativi previsti dall’art. 213 del Dlgs. n. 50/2016.

Related Articles

Mutui Enti Locali: scade il 15 maggio 2020 il termine per chiedere la sospensione della quota capitale delle rate dei finanziamenti

Possibilità, per Comuni, Città metropolitane, Unioni di Comuni e Province, di sospendere per un anno la quota capitale delle rate

Legge sull’usura: definiti i tassi per il periodo gennaio-marzo 2016

E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 301 del 29 dicembre 2015 il Decreto Ministero dell’Economia e delle Finanze 21 dicembre

Ici: se la retta per l’attività didattica svolta nell’immobile ecclesiastico è in linea con i prezzi di mercato, non si applica l’esenzione dall’Imposta

Nella Sentenza n. 10754 del 3 maggio 2017 della Corte di Cassazione, una contribuente aveva proposto ricorso avverso un avviso

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.