Didattica a distanza: rivalutazione motivata da parte del Governo

Didattica a distanza: rivalutazione motivata da parte del Governo

Nella Sentenza n. 1776 del 1° aprile 2021 del Consiglio di Stato, i Giudici chiariscono che il Governo deve rivalutare e motivare, sulla base dei dati scientifici, il meccanismo automatico di sospensione della didattica in presenza, nelle Scuole di ogni ordine e grado, nell’intero territorio delle Regioni “zona rossa”, disposto con Dpcm. 14 gennaio 2021, nella parte in cui prevede che “le Istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado adottano forme flessibili nell’organizzazione dell’attività didattica ai sensi degli artt. 4 e 5, del Dpr. n. 275/1999”, in modo che, a decorrere dal 18 gennaio 2021, almeno al 50% e fino a un massimo del 75% della popolazione studentesca delle predette Istituzioni sia garantita l’attività didattica in presenza. La restante parte dell’attività didattica è svolta tramite il ricorso alla didattica a distanza.


Related Articles

Contratti pubblici: diffuso il primo Rapporto quadrimestrale 2017

L’Autorità nazionale Anticorruzione ha diffuso il 12 settembre 2017 il primo Rapporto quadrimestrale 2017 relativo alle procedure di affidamento perfezionate

Cassazione: anche senza l’autorizzazione della Giunta il Sindaco agisce in giudizio

Nella Sentenza n. 24996 dell’11 dicembre 2015 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità rilevano che nel nuovo quadro

“Soccorso istruttorio”: possibile se la firma dell’offerta è incompleta

Nella Sentenza n. 34 del 22 gennaio 2019 del Tar Sardegna, i Giudici affermano che il difetto parziale della sottoscrizione

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.