Dismissione per alienazione delle quote societarie

Dismissione per alienazione delle quote societarie

Nella Delibera n. 94 del 24 maggio 2021 della Corte dei conti Lombardia, un Commissario straordinario, dopo aver illustrato alcuni passaggi della normativa in tema di obblighi di dismissione delle partecipazioni detenute da Amministrazioni pubbliche e, in particolare, della deroga temporanea introdotta dall’art. 1, comma 723, della Legge n. 145/2018, ha chiesto un parere in merito all’obbligo del rispetto del termine del 31 dicembre 2021 per la dismissione per alienazione delle quote societarie e quali azioni minime debbano essere intraprese perché l’obbligo possa considerarsi ottemperato. La Sezione rileva che l’art. 24, comma 5-bis, del Dlgs. n. 175/2016, ha introdotto una deroga temporanea alla disciplina prevista dai commi 4 e 5, consentendo, a condizione che la Società sia stata in utile nel triennio precedente alla ricognizione, di non procedere alla alienazione senza incorrere nelle conseguenze previste dal comma 5 dell’art. 24. Allo scadere del termine del 31 dicembre 2021 tornano ad applicarsi i commi 4 e 5 dell’art. 24 del Dlgs. n. 175/2016, per cui, se la partecipazione non risulta alienata a tale data, il socio pubblico non può esercitare i diritti sociali e la partecipazione viene liquidata in denaro in base ai criteri stabiliti all’art. 2437-ter, comma 2, e seguendo il procedimento di cui all’art. 2437-quater del Cc..


Related Articles

Iva: ribadita l’esenzione per il “Servizio di gestione delle biblioteche” se configura una “gestione globale”

L’Agenzia delle Entrate, con la Risposta all’Istanza di Interpello n. 474 del 15 ottobre 2020, ha fornito chiarimenti in ordine

Farmacie: la perimetrazione delle sedi rientra nella esclusiva competenza del Comune

Nella Sentenza n. 6237 del 19 settembre 2019 del Consiglio di Stato, la questione in esame concerneva una Deliberazione comunale

Contributi per efficientamento energetico e sviluppo del territorio: al via l’accreditamento degli Enti Locali al “Sistema nazionale di monitoraggio”

Con la Circolare n. 26 dell’8 agosto 2019, il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha fornito ulteriori chiarimenti in merito

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.