Edilizia scolastica: il punto sull’assegnazione agli Enti Locali dei fondi stanziati dal “Decreto del fare”

Edilizia scolastica: il punto sull’assegnazione agli Enti Locali dei fondi stanziati dal “Decreto del fare”

Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha reso noto, con Comunicato 3 dicembre 2014, lo stato dell’arte delle assegnazione dei fondi messi in campo per la messa in sicurezza degli edifici scolastici dal Dl. n. 69/13 (c.d. “‘Decreto del Fare”).

Gli Uffici del Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca sono infatti impegnati – si legge nella Nota –nel monitoraggio dei lavori e hanno proceduto all’impegno dei fondi per 452 interventi su un totale di 662 e al progressivo pagamento degli stessi sulla base di 3 elenchi (il primo di 200 interventi, il secondo di 102, il terzo di 150)”.

In particolare, per i primi 2 elenchi (302 interventi), sono stati predisposti ordini di pagamento per un totale di 44,6 milioni di Euro e per quanto riguarda il terzo elenco è in corso la predisposizione del Decreto di impegno dei fondi per ulteriori 45 milioni di Euro.

Il Dicastero ha evidenziato che, per tutti questi interventi, il trasferimento delle risorse agli Enti Locali avverrà in tempo utile per consentire i pagamenti nel rispetto dei termini previsti dal “Decreto del Fare”, mentre per i restanti 210 interventi, per i quali la documentazione fornita al Miur è risultata incompleta o per i quali gli Enti proprietari hanno dichiarato che i lavori non termineranno entro il termine del 31 dicembre 2014, il Ministero si è attivato per consentire i relativi pagamenti anche nel 2015.


Tags assigned to this article:
decreto del fareedilizia scolastica

Related Articles

“Fondo salario accessorio”: progressioni e indennità di Comparto dei cessati non determinano incrementi

Corte dei conti e Aran hanno recentemente fornito chiarimenti sugli effetti determinati sul “Fondo per il salario accessorio” relativamente alle

Istat: al via la prima rilevazione sperimentali del Censimento permanente della popolazione e delle abitazioni

A partire dal prossimo anno, il tradizionale Censimento della popolazione a cadenza decennale sarà soppiantato dal “Censimento permanente della popolazione”.

Assunzione assistenti sociali a tempo determinato: il Comune può superare il limite di spesa imposto dall’art. 9, comma 28, Dl. n. 78/10?

Il testo del quesito: “Ai fini delle Assunzioni di assistenti sociali a tempo determinato, l’Ente può superare il limite di