Elezioni 2022, da Rdc a ‘2 mandati per tutti’: ecco programma M5S

Elezioni 2022, da Rdc a ‘2 mandati per tutti’: ecco programma M5S

(Adnkronos) – Dal cashback fiscale alla cancellazione definitiva dell’Irap, dal taglio del cuneo fiscale per imprese e lavoratori al salario minimo, passando per: “rafforzamento del reddito di cittadinanza”, “riduzione dell’orario di lavoro a parità di salario”, misure per le donne (come l’equiparazione dei tempi di congedo di paternità e maternità o la pensione anticipata per le mamme lavoratrici) e per i giovani (tra queste, la pensione “garanzia giovani” e il riscatto gratuito della laurea). Questi, apprende l’Adnkronos, alcuni dei punti contenuti nel programma elettorale del Movimento 5 Stelle targato Giuseppe Conte, che si appresta a lanciare la sua campagna elettorale in vista delle elezioni politiche 2022 in programma il 25 settembre con lo slogan “Dalla parte giusta”.  

In materia di ambiente, il programma pentastellato rispolvera uno dei principali cavalli di battaglia del M5S come il superbonus edilizio, con l’aggiunta di un nuovo superbonus “energia imprese”, sempre basato sulla circolazione dei crediti fiscali. “Stop a nuove trivellazioni e a nuovi inceneritori”, si legge inoltre tra i vari punti. Per quanto riguarda le riforme, i 5 Stelle propongono l’introduzione della “sfiducia costruttiva” e il “potere del presidente del Consiglio di revocare i ministri”. E ancora: estensione ai 16enni del diritto di voto, legge sul conflitto di interessi, stop ai “cambi di casacca” in Parlamento. Nell’elenco delle misure compare anche l’estensione del limite dei due mandati “a tutti i partiti”, tema caro al garante del Movimento 5 Stelle Beppe Grillo. 

Sul fronte della legalità il M5S punta, tra le altre cose, sulla regolamentazione della coltivazione della cannabis per uso personale mentre in tema di diritti spuntano “matrimonio egalitario e legge contro l’omotransfobia”, educazione sessuale e affettiva nelle scuole e “ius scholae”. Per la formazione i pentastellati pensano all’introduzione di una “scuola dei mestieri” per “valorizzare e recuperare la tradizione dell’artigianato italiano”.  

Una parte del programma è dedicata anche alla difesa degli animali: tra le proposte troviamo la “progressiva abolizione della caccia” a partire dal divieto di accesso ai terreni privati e il “cashback veterinario” per ottenere direttamente su conto corrente “le detrazioni connesse alle spese veterinarie e per farmaci”. Sul piano internazionale viene ribadita la “solida collocazione dell’Italia nell’alleanza atlantica e nell’Unione europea” ma con “un atteggiamento proattivo e non fideistico”, così come il “no alla corsa al riarmo”. 

IL PROGRAMMA SUL SITO M5S – Sul sito del Movimento 5 Stelle, in un post nel quale viene presentato il programma elettorale per le elezioni politiche, si legge: “Il Movimento 5 Stelle è l’unica forza politica che in questa legislatura ha realizzato l’80% degli impegni presi nel 2018 con gli elettori. Grazie alle nostre riforme, rivoluzionarie e concrete, il Paese ha retto nel momento più duro dalla pandemia ed è potuto ripartire, facendo segnare una crescita record del Pil nel 2021. Da quando siamo entrati in Parlamento, la nostra azione ha sempre seguito un’unica strada: la tutela degli interessi dei cittadini. Con il programma con cui ci presentiamo alle elezioni del prossimo 25 settembre intendiamo proseguire su questa strada e portare a termine il lavoro che abbiamo iniziato. A finte alleanze, matrimoni di comodo e balletti abbiamo preferito la serietà. Per questo ci troverete schierati da un’altra parte: La parte giusta”.  

“La parte delle lavoratrici e dei lavoratori sottopagati e precari, per cui vogliamo introdurre un salario minimo legale di 9 euro lordi l’ora e agevolare la sottoscrizione di contratti a tempo indeterminato. La parte dei giovani sfruttati, che vogliamo aiutare a costruire un percorso di vita indipendente attraverso l’eliminazione di stage e tirocini gratuiti e la stabilizzazione degli sgravi per l’acquisto della prima casa. La parte delle donne, a cui vogliamo garantire un’effettiva parità salariale”, si legge nel post. 

“La parte della transizione ecologica e dell’ambiente, che vogliamo proteggere attraverso un nuovo Superbonus energia imprese, la stabilizzazione del Superbonus e degli altri bonus edilizi e quella del meccanismo della cessione dei crediti d’imposta, per garantire liquidità a cittadini e imprese. La parte delle imprese, che vogliamo sostenere con il taglio del cuneo fiscale, l’eliminazione dell’Irap e il potenziamento del Fondo di salvaguardia”, prosegue il Movimento. 

E ancora: “La parte della salute, che vogliamo tutelare riformando il titolo V della Costituzione per riportarla alla gestione diretta dello Stato e aumentando le retribuzioni del personale sanitario. La parte dei diritti, che vogliamo allargare attraverso il matrimonio egualitario, la legge contro l’omotransfobia e lo Ius scholae. La parte della scuola, dell’università e della ricerca, per cui vogliamo aumentare i fondi e adeguare gli stipendi degli insegnanti ai livelli europei. La parte dell’Italia di domani, con cuore e coraggio. Un Paese che sia più equo e inclusivo, dove tutti vedano rispettati i propri diritti e nessuno resti indietro”. 


Related Articles

Variante Delta, Crisanti: “Nessun vaccino copre al 100%”

Vaccini e variante Delta, il virologo direttore del Dipartimento di medicina molecolare dell’università di Padova, Andrea Crisanti, intervenuto oggi ad

Salernitana, ancora un positivo al covid

Un quarto componente del gruppo squadra della Salernitana è risultato positivo al Covid. Lo rende noto il club campano con

Salvini: “Morisi? Per il suo bene gli sconsiglio di lavorare con me”

(Adnkronos) – Luca Morisi? “Per me l’amicizia e la lealtà vengono prima di ragionamenti politici. Luca sta bene ed è

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.