“F24 Enti pubblici”: aggiornati i software di compilazione e di controllo

“F24 Enti pubblici”: aggiornati i software di compilazione e di controllo

Con due brevi Note pubblicate sul proprio sito internet istituzionale il 29 aprile 2015, l’Agenzia delle Entrate ha informato che sono ora disponibili gli aggiornamenti dei software di compilazione e di controllo del Modello “F24 Enti pubblici”.

Ricordiamo che il softwareF24 Enti Pubblici” è un prodotto che permette agli Enti Pubblici di compilare il relativo Modello “F24” ed inviare la rendicontazione relativa ai versamenti effettuati attraverso gli appositi canali di collegamento con Banca d’Italia.

Per la “preparazione” dei versamenti tramite Modello “F24”, gli Enti registrati a “Fisconline” devono installare l’applicazione “FileInternet”; i contribuenti registrati a “Entratel” invece devono utilizzare l’applicazione “Entratel”. Entrambi i suddetti prodotti sono prelevabili dalle rispettive Sezioni “Software” del sito http://telematici.agenziaentrate.gov.it.

F24EP” utilizza una nuova tecnologia di distribuzione dei software basati su Java, che consente all’utente di usufruire delle applicazioni direttamente dal web. Con la precedente modalità di installazione era necessario: scaricare e installare l’applicazione; verificare periodicamente sul sito la presenza di una nuova versione e, infine, in caso di presenza di versioni aggiornate del software procedere nuovamente al download ed alla installazione dell’applicazione.

Con la nuova tecnologia, adottata dalla versione 1.1.3, è possibile attivare le applicazioni in maniera semplice e con un solo clic, avendo la certezza di utilizzare sempre la versione più aggiornata ed evitando complesse procedure di installazione o aggiornamento. Infatti, ogni volta che si avvia, l’applicazione effettua una connessione al server Web per verificare l’esistenza di una versione più recente del software e, in caso positivo, procede all’eventuale aggiornamento.


Related Articles

Modelli “Intra-2”: nella conversione del “Milleproroghe” l’estensione dell’obbligo di invio delle comunicazioni

Gli effetti della soppressione delle comunicazioni relative agli acquisti intracomunitari di beni ed alle prestazioni di servizi ricevute da soggetti

Servizi di Tesoreria: al via i Questionari sulle modalità di affidamento da parte dei Comuni

Con il Comunicato 18 gennaio 2016, il Ministero dell’Interno – Direzione centrale della Finanza locale, ha annunciato l’avvio di un’indagine

Bando di gara: legittima la revoca per l’assenza di concorrenza

Nella Sentenza n. 5761 del 21 novembre 2014 del Consiglio di Stato un Comune aveva bandito una gara per l’affidamento