Fatture con errata indicazione dell’Iva ad esigibilità immediata: come sanare la situazione in “Pcc”?

Fatture con errata indicazione dell’Iva ad esigibilità immediata: come sanare la situazione in “Pcc”?

Il testo del quesito:

Ho ricevuto delle fatture con indicazione errata dell’Iva ad esigibilità immediata. Noi l’abbiamo trattata come Iva ‘split’ e versata all’Erario. Purtroppo, sulla ‘Pcc’ la fattura resta aperta per l’importo dell’Iva ed essendo in ‘Siope+’ la ‘Pcc’ non mi fa sanare la situazione collegando un mandato di pagamento su quella fattura. Come posso risolvere?”.

La risposta dei ns. esperti

Tra le funzionalità messe a disposizione dalla Piattaforma c’è anche quella che permette di modificare l’esigibilità dell’Iva indicata in fattura attraverso l’azione “Modifica” disponibile alla voce di menu “Fatture>Ricerca fatture”. Tuttavia, tale

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

“Servizi sociali”: al via il “Sostegno per l’inclusione attiva” su tutto il territorio nazionale

Con Decreto 26 maggio 2016, emanato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, di concerto con il Mef, e

Consorzi: i servizi resi per conto dei consorziati ma in nome proprio devono essere fatturati

Corte di Cassazione, Sentenza n. 3194 del 18 febbraio 2015 Nella fattispecie in esame, a seguito di processo verbale di

“Whistleblowing”: Anac lancia la nuova Piattaforma telematica per le segnalazioni di illeciti da parte dei dipendenti pubblici

E’ attiva dall’8 febbraio 2018 la nuova applicazione informatica ”Whistleblower” per l’acquisizione e la gestione, da parte dell’Autorità nazionale anticorruzione, delle segnalazioni

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.