“Fondo sperimentale di riequilibrio”: ripartite tra Città metropolitane e Province le risorse 2015

Con il Comunicato 5 ottobre 2015, il Ministero dell’Interno-Direzione centrale della Finanza locale, ha reso noto il testo del Dm. 29 settembre 2015 con il quale il Viminale, di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze, ha stabilito il riparto del “Fondo sperimentale di riequilibrio 2015” tra Città metropolitane e Province delle Regioni a statuto ordinario.

Gli importi, riportati nell’Allegato “A”, tengono conto delle riduzioni e dei recuperi operati ai fini del perseguimento della “spending review”.

Il Provvedimento, attualmente in attesa di pubblicazione in G.U., è stato emanato ai sensi dall’art. 4, comma 5-bis, del Dl. n. 192/14, convertito con modificazioni dalla Legge n. 11/15.

Con la stessa Nota, il Ministero ha informato che sono visualizzabili anche le spettanze delle Province delle Regioni a statuto speciale.

In proposito – si legge – si fa presente che sempre in applicazione del richiamato art. 4, comma 5-bis, del Decreto-legge n. 192 del 2014, convertito con modificazioni dalla Legge n. 11 del 2015 anche per l’anno 2015, i trasferimenti erariali non oggetto di fiscalizzazione corrisposti dal Ministero dell’Interno, in favore delle Province appartenenti alla Regione Siciliana ed alla Regione Sardegna restano determinati in base alle disposizioni recate dall’art. 10, comma 2, del Decreto-legge 6 marzo 2014, n. 16, convertito con modificazioni dalla Legge 2 maggio 2014, n. 68”.


Related Articles

Somme dovute per anticipazione di cassa a seguito della Dichiarazione di dissesto

Nella Delibera n. 96 del 31 ottobre 2019 della Corte dei conti Puglia, un Comune ha chiesto un parere in

Piano di rientro del disavanzo: possibile variarlo alla luce delle plusvalenze derivanti da cessione di beni del patrimonio disponibile

Nella Delibera n. 71 dell’8 giugno 2016 della Corte dei conti Piemonte, un Comune premette di aver adottato in data

Trasformazione del diritto di superficie in diritto di proprietà: determinazione del corrispettivo

Nella Delibera n. 10 del 24 marzo 2015 della Corte dei conti Autonomie, la Sezione si esprime sulla corretta determinazione