Gara pubblica: non slitta al giorno feriale successivo la scadenza festiva per presentare l’offerta

Gara pubblica: non slitta al giorno feriale successivo la scadenza festiva per presentare l’offerta

Nella Sentenza n. 170 del 17 gennaio 2017 del Consiglio di Stato, i Giudici chiariscono che è legittima l’esclusione, da parte della stazione appaltante, di un’offerta pervenuta con un giorno di ritardo rispetto alla scadenza, risultando ininfluente il fatto che il termine ultimo per l’invio scadesse di domenica.

Non è quindi applicabile alla domanda di partecipazione ad una gara pubblica il principio generale di slittamento al primo giorno feriale successivo del termine scadente in un giorno festivo.

In questo caso, i Giudici si esprimono dunque in modo contrario rispetto a quanto precedentemente fatto, dallo stesso Consiglio di Stato, con la Sentenza n. 1214/03, che aveva invece stabilito che alle scadenze dei termini di presentazione di domande di gara si applichino i principi generali (propri anche del Processo civile) sullo slittamento al primo giorno feriale successivo del termine cadente in giorno festivo.


Related Articles

Contratti pubblici: pubblicato primo Rapporto quadrimestrale Anac per il 2016

L’Anac, il 5 ottobre 2016, ha pubblicato, sul proprio sito istituzionale, il primo Rapporto quadrimestrale 2016 relativo alle procedure di

Risultato di amministrazione e “procedura di risanamento finanziario pluriennale”

Nella Delibera n. 62 del 20 marzo 2019 della Corte dei conti Campania, viene chiesto un parere sulla condotta che

Riclassamento catastale degli immobili: l’Agenzia delle Entrate traccia il bilancio a 10 anni dall’entrata in vigore della “Finanziaria 2005”

Un incremento di rendita catastale pari a 364 milioni di Euro e circa 1.300 Comuni coinvolti: sono i numeri relativi