Gara pubblica: non slitta al giorno feriale successivo la scadenza festiva per presentare l’offerta

Gara pubblica: non slitta al giorno feriale successivo la scadenza festiva per presentare l’offerta

Nella Sentenza n. 170 del 17 gennaio 2017 del Consiglio di Stato, i Giudici chiariscono che è legittima l’esclusione, da parte della stazione appaltante, di un’offerta pervenuta con un giorno di ritardo rispetto alla scadenza, risultando ininfluente il fatto che il termine ultimo per l’invio scadesse di domenica.

Non è quindi applicabile alla domanda di partecipazione ad una gara pubblica il principio generale di slittamento al primo giorno feriale successivo del termine scadente in un giorno festivo.

In questo caso, i Giudici si esprimono dunque in modo contrario rispetto a quanto precedentemente fatto, dallo stesso Consiglio di Stato, con la Sentenza n. 1214/03, che aveva invece stabilito che alle scadenze dei termini di presentazione di domande di gara si applichino i principi generali (propri anche del Processo civile) sullo slittamento al primo giorno feriale successivo del termine cadente in giorno festivo.


Related Articles

Procedimenti sanzionatori: gli errori riconducibili ai soggetti che svolgono i controlli non possono ricadere sugli operatori economici

Nella Sentenza n. 13653 del 2 dicembre 2015 del Tar Lazio, i Giudici affermano che gli eventuali errori in ordine

Iva: quale aliquota si applica alle spese per oneri della sicurezza nell’ambito dell’appalto del Servizio di “Mensa scolastica” ?

Il testo del quesito: “Ci sono pervenute fatture riguardanti solo oneri di sicurezza relativi al Servizio di ‘Refezione scolastica’ (voce

“Pnrr”: reso noto il Decreto Mite per l’assegnazione delle risorse destinate al rafforzamento “smart grid”

Con la Nota 9 giugno 2022, pubblicata sul sito del Dipartimento per gli Affari regionali e per le Autonomie, è