Ici: il requisito motivazionale dell’avviso di accertamento

Ici: il requisito motivazionale dell’avviso di accertamento

Nella Sentenza n. 8372 del 27 aprile 2016, la Corte di Cassazione afferma che, in tema d’Ici, l’obbligo motivazionale dell’accertamento deve ritenersi adempiuto tutte le volte in cui il contribuente sia stato posto in grado di conoscere la pretesa tributaria nei suoi elementi essenziali, e quindi, di contestare  efficacemente l’an e il quantum dell’Imposta. In particolare, il requisito motivazionale esige, oltre alla puntualizzazione degli estremi soggettivi ed oggettivi della posizione creditoria dedotta, soltanto l’indicazione dei fatti astrattamente giustificativi di essa, che consentano di delimitare l’ambito delle ragioni adducibili dall’ente impositore nell’eventuale successiva fase contenziosa, restando, poi, affidate al giudizio di impugnazione dell’atto le questioni riguardanti l’effettivo verificarsi dei fatti stessi e la loro idoneità a dare sostegno alla pretesa impositiva.


Related Articles

Notifica: cartella di pagamento inviata per posta

La Corte di Cassazione, con la Sentenza n. 2625 dell’11 febbraio 2015, ha affermato che, nel caso di notifica della

Entrate tributarie: in netta flessione ad agosto quelle degli Enti territoriali, -12,1%

E’ netto il calo (-12,1%) registrato per quanto riguarda le entrate tributarie degli Enti territoriali nei primi 8 mesi dell’anno

Ici: quando un’area viene qualificata come “pertinenza”?

Ctr Abruzzo, Sentenza n. 702 del 26 luglio 2017 Nella fattispecie in esame, la questione controversa riguarda i criteri per