Ici: il requisito motivazionale dell’avviso di accertamento

Ici: il requisito motivazionale dell’avviso di accertamento

Nella Sentenza n. 8372 del 27 aprile 2016, la Corte di Cassazione afferma che, in tema d’Ici, l’obbligo motivazionale dell’accertamento deve ritenersi adempiuto tutte le volte in cui il contribuente sia stato posto in grado di conoscere la pretesa tributaria nei suoi elementi essenziali, e quindi, di contestare  efficacemente l’an e il quantum dell’Imposta. In particolare, il requisito motivazionale esige, oltre alla puntualizzazione degli estremi soggettivi ed oggettivi della posizione creditoria dedotta, soltanto l’indicazione dei fatti astrattamente giustificativi di essa, che consentano di delimitare l’ambito delle ragioni adducibili dall’ente impositore nell’eventuale successiva fase contenziosa, restando, poi, affidate al giudizio di impugnazione dell’atto le questioni riguardanti l’effettivo verificarsi dei fatti stessi e la loro idoneità a dare sostegno alla pretesa impositiva.


Related Articles

Imu/Tasi: slitta al 30 novembre la scadenza per l’invio della Dichiarazione per gli Enti non commerciali

Con il Decreto 23 settembre 2014, il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha reso nota la proroga al 30 novembre

Assimilazione rifiuti

Nella Sentenza n. 9214 del 13 aprile 2018 della Corte di Cassazione, una Società aveva proposto ricorso per l’annullamento di

Processo tributario telematico: pubblicata la Circolare Mef contenente le “Linee guida”

E’ stata pubblicata sul sito del Mef – Dipartimento delle finanze, la Circolare 11 maggio 2016 n. 2/DF, avente ad