Ici: la Cassazione ribadisce che è onere del contribuente impugnare l’atto di classamento ove un fabbricato rurale non risultasse tale

Ici: la Cassazione ribadisce che è onere del contribuente impugnare l’atto di classamento ove un fabbricato rurale non risultasse tale

Nell’Ordinanza n. 17823 del 19 luglio 2017 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità rilevano, in tema di Ici, che l’immobile che sia stato iscritto nel Catasto fabbricati come rurale, con l’attribuzione della relativa Categoria (“A/6” o “D/10”), in conseguenza della riconosciuta ricorrenza dei requisiti previsti dall’art. 9 del Dl. n. 557/93, convertito con Legge n. 133/94, non è soggetto all’Imposta, ai sensi del combinato disposto dell’art. 23, comma 1-bis del Dl. n. 207/08, convertito con modificazioni dalla Legge n. 14/09, e dell’art. 2, comma 1, lett. a), del Dlgs. n. 504/92.

Inoltre, qualora l’immobile sia iscritto in una diversa Categoria catastale (di non ruralità), è onere del contribuente che invochi l’esenzione dall’Imposta impugnare l’atto di classamento per la ritenuta ruralità del fabbricato, restandovi altrimenti quest’ultimo assoggettato. Allo stesso modo, il Comune dovrà impugnare l’attribuzione della Categoria catastale “A/6” o “D/10” al fine di potere legittimamente pretendere l’assoggettamento del fabbricato all’Imposta.


Related Articles

Servizi Demografici: il Viminale esorta le Prefetture a provvedere subito ad inviare l’esito del monitoraggio sulle operazioni di subentro in “Anpr”

Facendo seguito alla propria Circolare n. 1 del 27 gennaio 2021, il Ministero dell’Interno – Direzione centrale per i Servizi

Danni cagionati da cose in custodia: risponde il Comune

Nella Sentenza n. 16295 del 18 giugno 2019 della Corte di Cassazione, la questione controversa in esame riguarda una donna

Servizi Demografici: disponibile la nuova versione del software “AnagAire”

Con un Avviso pubblicato il 15 maggio 2015 sulla homepage del proprio Portale istituzionale, il Ministero dell’Interno – Direzione centrale