Ici: motivazione dell’avviso di accertamento

Ici: motivazione dell’avviso di accertamento

Corte di Cassazione, Sentenza n. 8371 del 27 aprile 2016

In materia di Ici, l’obbligo motivazionale dell’accertamento deve ritenersi adempiuto tutte le volte in cui il contribuente sia stato posto in grado di conoscere la pretesa tributaria nei suoi elementi essenziali e, pertanto, di contestare efficacemente l’an ed il quantum dell’Imposta.

Nello specifico, il requisito motivazionale esige, oltre alla puntualizzazione degli estremi soggettivi ed oggettivi della posizione creditoria dedotta, soltanto l’indicazione dei fatti astrattamente giustificativi di essa, che consentano di delimitare l’ambito delle ragioni adducibili dall’Ente impositore nell’eventuale successiva fase contenziosa, restando poi affidate al giudizio di impugnazione dell’atto le questioni riguardanti l’effettivo verificarsi dei fatti stessi e la loro idoneità a dare sostegno alla pretesa impositiva.


Related Articles

“Covid-19”: prorogati l’isolamento fiduciario e la sorveglianza sanitaria per i cittadini provenienti dai Paesi extra Schengen

Restano in vigore fino al 14 luglio 2020 l’isolamento fiduciario e la sorveglianza sanitaria per tutti i cittadini provenienti dai

Procedura negoziata senza pubblicazione bando: legittima se ricorrono ragioni di estrema urgenza non imputabili alla stazione appaltante

Nella Sentenza n. 1514 del 30 settembre 2016 del Tar Puglia, la questione controversa riguarda l’affidamento del “Servizio di igiene

Cancellazione dall’Anagrafe per persone in fragilità economica, psichica e familiare: una Circolare del Viminale fa chiarezza

Con la Circolare n. 23/2021, il Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali – Direzione centrale per i Servizi Demografici,