Ici: validità delle Deliberazioni che determinano il valore delle aree edificabili

Ici: validità delle Deliberazioni che determinano il valore delle aree edificabili

Nell’Ordinanza n. 15198 del 1° giugno 2021 della Corte di Cassazione, la Suprema Corte chiarisce che in tema di Ici, le Delibere con le quali il Consiglio comunale, ex art. 52 del Dlgs. n. 446/1997, determina periodicamente e per zone omogenee i valori venali in comune commercio delle aree fabbricabili hanno la finalità di limitare il potere di accertamento dell’Ente territoriale qualora l’imposta sia versata sulla base di un valore non inferiore a quello indicato in dette delibere che, quindi, sono fonti di presunzione analoghe al cd. “redditometro”, perciò ammettono la prova contraria, con l’ulteriore conseguenza che, se il Giudice ritiene dimostrato che ad un’area edificabile non possa essere attribuito il valore individuato dal Comune, può disattenderlo e procedere ad un’autonoma stima utilizzando i parametri di legge. In presenza di tale presunzione iuris tantum, pertanto, l’onere di fornire la prova contraria (íd est, dell’infondatezza della pretesa tributaria) grava a carico del contribuente. 


Related Articles

Semplificazione amministrativa: le comunicazioni relative ai decessi devono essere inviate dai Comuni al Casellario tramite Pec

  E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 72 del 27 marzo 2014 il Decreto Ministero della Giustizia 19 marzo 2014,

La Corte dei conti si pronuncia sulla qualificazione delle Società a controllo pubblico

Con il Comunicato 21 giugno 2019, la Corte dei conti rende nota la Delibera n. 11/2019 delle Sezioni Riunite, che

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.