Il nuovo “Metodo tariffario rifiuti” (“Mtr-2”): analisi delle principali novità e degli impatti ai fini Tari

Il nuovo “Metodo tariffario rifiuti” (“Mtr-2”): analisi delle principali novità e degli impatti ai fini Tari

Lo scorso 3 agosto 2021, con la Deliberazione n. 363/2021/R/Rif, Arera ha sancito l’introduzione del nuovo “Metodo tariffario rifiuti” “Mtr-2”, che avrà vigenza per il secondo periodo regolatorio (2022-2025).

Il nuovo Metodo, il cui iter di approvazione è passato per 2 Documenti di consultazione (nn. 72/2021/R/Rif e 282/2021/R/Rif), riporta delle sostanziali novità per quanto riguarda la stesura dei Pef Tari, già sottoposti alla nuova disciplina del “Mtr” a partire dall’anno 2020 in osservanza di quanto previsto dalla Deliberazione Arera n. 443/2019/R/Rif; novità non solo riguardanti le variabili e i coefficienti di determinazione dell’ammontare tariffario

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Imposta di bollo e Imposta di registro: l’Agenzia chiarisce il regime fiscale sulle Convenzioni tra Enti pubblici e tra P.A. e privati

Con la Risposta n. 183 del 16 marzo 2021, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito il regime fiscale ai fini dell’Imposta

Appalti: l’obbligo di presentare 2 referenze bancarie può essere derogato dal bando

In materia di comprova dei requisiti di idoneità economica e finanziaria di un concorrente ad una procedura di gara, l’art.

“Spesometro”: l’Agenzia delle Entrate concede un nuovo esonero per gli Enti Locali

Con Comunicato stampa del 24 marzo del 2017, l’Agenzia delle Entrate ha reso noto che, anche per il 2016, le

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.