Il riconoscimento facciale può aiutare a preservare le foche

Il riconoscimento facciale può aiutare a preservare le foche

(Adnkronos) – La tecnologia di riconoscimento facciale è per lo più associata alla sorveglianza, ma gli scienziati ritengono di aver trovato un nuovo impiego: salvare le foche. I ricercatori della Colgate University hanno sviluppato SealNet, un database di volti di foche creato usando foto dei mammiferi realizzate nello stato Usa del Maine. L’accuratezza dello strumento è vicina al 100%. Catalogare i volti delle foche e usare l’apprendimento automatico per identificarli può aiutare gli scienziati a farsi un’idea più precisa dei luoghi frequentati da questi animali e proteggerli in maniera più efficace. 


Related Articles

L’Onu dichiara il 2022 “Anno Internazionale del Vetro”

Il 2022 sarà l’Anno Internazionale del Vetro. Lo ha stabilito l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Una scelta che dà il

G20 Ambiente al via, il ministro Cingolani incontra Kerry

Si apre oggi a Napoli il G20 Ambiente, Clima ed Energia che per due giorni (22 e 23 luglio) vedrà

Enel e Wwf Italia rinnovano convenzione Oasi Orti Bottagone

(Adnkronos) – Enel Produzione e Wwf Italia hanno rinnovato la convenzione per la realizzazione di attività connesse alla gestione naturalistica

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.