Impianti sportivi e Piste ciclabili: al via il bando 2017 “Sport missione comune” per ottenere mutui a tasso zero o agevolato

Impianti sportivi e Piste ciclabili: al via il bando 2017 “Sport missione comune” per ottenere mutui a tasso zero o agevolato

Finanziamenti a tasso zero o agevolato per finanziare la costruzione o la ristrutturazione di Impianti sportivi, Palestre scolastiche, Piste ciclabili e l’acquisizione delle aree e degli immobili destinati all’attività sportiva. E’ quanto viene messo a disposizione nell’ambito dell’iniziativa “Sport missione comune”, lanciata da Anci e Istituto per il credito sportivo (Ics).

Come si apprende dal Protocollo d’intesa sottoscritto dai 2 soggetti, i contributi sono rivolti a Comuni e Unioni di Comuni che non abbiano già beneficiato di precedenti concessioni, anche preliminari, di contributi in conto interessi a valere sul “Fondo” per il Progetto che intendono presentare.

Il plafond messo a disposizione allo scopo, a valere sul “Fondo speciale per la concessione di contributi in conto interessi sui finanziamenti all’impiantistica sportiva”, è così ripartito:

  • Euro 100 milioni sono destinati al finanziamento di mutui, da stipulare entro il 31 dicembre 2017, che godranno del totale abbattimento del tasso d’interesse nel limite dello stanziamento massimo di Euro 21 milioni di contributi in conto interessi. Questi saranno a loro volta ripartiti: 50% in base alla tipologia di Ente Locale destinatario – nello specifico Euro 50 milioni sono riservati agli interventi realizzati dai “Comuni delle aree interne” (elencati nell’Allegato L che integra l’Avviso in commento) – e dalle Unioni di Comuni, ed i restanti Euro 50 milioni possono essere richiesti da tutti gli altri Enti;
  • Euro 100 milioni per coprire, a tasso agevolato, le spese eccedenti Euro 2 milioni concessi a tasso zero di cui sopra.

Ciascun Comune potrà presentare più istanze, ognuna relativa ad un solo Progetto o lotto funzionale. Per ognuno di questi è previsto il totale abbattimento degli interessi solo entro il limite massimo di Euro 2 milioni (o Euro 4 milioni nel caso di Comuni capoluogo o Unioni).

I mutui avranno una durata massima di 15 anni. Ove la durata dovesse sforare tale limite (fino a un massimo di 30 anni), il contributo concesso a totale abbattimento della quota interessi sarà calcolato su 15 anni e distribuito in quote di eguale importo su tutta la durata del piano d’ammortamento.

Sono ammessi al contributo gli interventi relativi alla costruzione, ampliamento, attrezzatura, miglioramento, ristrutturazione, efficientamento energetico, completamento e messa a norma di Impianti sportivi e/o strumentali all’attività sportiva, anche a servizio delle Scuole, comprese le Piste ciclabili, ivi compresa l’acquisizione delle aree e degli immobili relativi ad attività sportive. I predetti Impianti devono essere nella disponibilità comunale come risultante da titolo idoneo e per un periodo almeno pari alla durata dell’ammortamento del mutuo.

I Progetti presentati per l’ammissione ai contributi in conto interessi devono essere almeno di livello definitivo ed essere stati regolarmente approvati dall’Ente che presenta l’istanza.

Le istanze dovranno essere inviate tramite Pec all’indirizzo icsanci2017@legalmail.it a partire dalle ore 10:00 del 6 settembre 2017 e non oltre le ore 24:00 del 28 ottobre 2017.

Avviso pubblico Anci-Ics 2017


Related Articles

Recapito “porta a porta” di posta pubblicitaria: illegittimo limitarne la distribuzione tramite Regolamento comunale

Nella Sentenza n. 742 del 15 giugno 2017 del Tar Piemonte, una Società operante nel campo del recapito “porta a

“5 per mille”: definiti nuovi termini e modalità per l’accesso al riparto

Con il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 23 luglio 2020, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 231 del 17