Imposta di bollo assolta in modo virtuale: diffusi il Modello di dichiarazione e le Istruzioni alla compilazione

Imposta di bollo assolta in modo virtuale: diffusi il Modello di dichiarazione e le Istruzioni alla compilazione

L’art. 1, comma 597, della Legge n. 147/13 (“Legge di Stabilità 2014”), ha modificato la modalità di presentazione della Dichiarazione dell’Imposta di bollo in modo virtuale contenuta nell’art. 15 del Dpr n. 642/72, introducendo elementi di novità che investono gli atti e documenti per i quali l’Imposta di bollo è assolta con modalità virtuale.

A partire dal 1° gennaio 2015, tutti gli utenti che hanno ottenuto la necessaria autorizzazione a tale modalità di assolvimento dell’Imposta di bollo sono tenuti a presentare la Dichiarazione contenente l’indicazione del numero degli atti e documenti emessi nell’anno precedente, distinti per voce di tariffa, utilizzando il presente Modello.

Il Modello e le Istruzioni per la compilazione sono state rese disponibili in formato telematico sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate www.agenziaentrate.gov.it, con il Provvedimento 14 novembre 2014.

Esaminiamo di seguito le principali caratteristiche del Modello.

Il Frontespizio dovrà essere compilato inserendo i dati generali, tra cui gli estremi dell’autorizzazione al pagamento in modo virtuale dell’Imposta e i dati del contribuente e del soggetto firmatario della dichiarazione. Sempre nel Frontespizio è prevista una Sezione riservata alla presentazione in via telematica operata da un intermediario abilitato.

Nel “Quadro A” vanno indicati gli atti e documenti emessi nell’anno di riferimento della Dichiarazione per i quali è consentito l’assolvimento in modalità virtuale dell’Imposta di bollo fissa. Le tipologie di atti e documenti, soggetti all’Imposta di bollo, da indicare dettagliatamente nel quadro sono desumibili dalla Tabella A allegata alle Istruzioni.

Il “Quadro B” deve essere compilato in riferimento a gli atti e documenti soggetti all’Imposta di bollo proporzionale, ossia calcolata in dipendenza del numero dei giorni rendicontati e del valore di mercato del prodotto finanziario o, in mancanza, del loro valore nominale o di rimborso, calcolato al termine del periodo rendicontato ovvero al 31 dicembre di ciascun anno in assenza di rendicontazione. Anche in questo caso i codici identificativi delle varie tipologie di atti e documenti sono indicati nella Tabella B allegata alle Istruzioni.

Nel “Quadro C” vanno indicati i dati relativi a tutti i versamenti eseguiti nell’anno di riferimento della Dichiarazione, relativi alla liquidazione provvisoria effettuata dall’ufficio territoriale per tale anno.

Nel “Quadro D”, ultimo e riepilogativo del Modello, vanno riportati i totali delle Imposte indicate nei Quadri A e B.

Forniamo di seguito agli Enti Locali un utile strumento per la lettura delle Tabelle A e B, in cui ad ogni norma del Dpr. n. 642/72 indicata viene associata una breve descrizione della casistica in questione, così da risalire più rapidamente al “codice documento” di riferimento, richiesto dal Modello di Dichiarazione.

 

Tabella A – Atti e documenti soggetti ad Imposta fissa
Codice Norma

Tariffa Parte Prima

(Dpr. n. 642/72)

Casistiche
1 art. 1, comma 1 Atti rogati, ricevuti o autenticati da Notai o da altri pubblici ufficiali e certificati, estratti di qualunque atto o documento e copie dichiarate conformi all’originale rilasciati dagli stessi
Domande, denunce ed atti che le accompagnano, presentate all’Ufficio del Registro delle imprese
2 art. 1, comma 1-ter, lett. a) se presentate da Ditte individuali
3 art. 1, comma 1-ter, lett. b) se presentate da Società di persone
4 art. 1, comma 1-ter, lett. c) se presentate da Società di capitali
Domande di concessione o di registrazione dei differenti titoli di proprietà industriale ed altri allegati, successive formalità ed istanze varie presentate alle Camere di Commercio e all’Ufficio italiano brevetti e marchi
5 art. 1, comma 1-quater, lett. a) Domanda di concessione o di registrazione di marchi d’impresa, novità vegetali, certificati complementari di protezione e topografie di prodotti per semiconduttori.
6 art. 1, comma 1-quater, lett. a-bis) Domanda di concessione o di registrazione di brevetto per invenzione, modello di utilità, disegno e modello ove alla stessa risulti allegato uno o più dei seguenti documenti:

– lettera di incarico a consulente di proprietà industriale o riferimento alla stessa;

– richiesta di copia autentica del verbale di deposito;

– rilascio di copia autentica del verbale di deposito.

7 art. 1, comma 1-quater, lett. b) Istanza di trascrizione e relativi allegati
8 art. 1, comma 1-quater, lett. c) Istanza di annotazione
9 art. 1, comma 1-quater, lett. d) Istanze diverse dalle precedenti
Altri atti
10 art. 2, comma 1 Scritture private contenenti convenzioni o dichiarazioni, descrizioni, constatazioni, inventari. Sono comprese: a) le fedi di deposito di merci nei magazzini generali b) gli ordini di estrazione totale o parziale di merci dai predetti magazzini e dai depositi franchi rilasciati a favore di terzi.
11 art. 2, comma 1, nota 2-bis Contratti relativi alle operazioni e servizi bancari e finanziari e contratti di credito al consumo.
12 art. 2, comma 1, nota 2-ter Contratti relativi ad utenze di servizi di pubblica utilità a rete
13 art. 3, comma 1 Ricorsi straordinari al Presidente della Repubblica. Istanze, petizioni, ricorsi e relative memorie diretti agli uffici e agli organi, anche collegiali, dell’Amministrazione dello Stato, delle Regioni, delle Province, dei Comuni, loro Consorzi e Associazioni, delle Comunità montane e delle Unità sanitarie locali, tendenti ad ottenere l’emanazione di un provvedimento amministrativo o il rilascio di certificati, estratti, copie e simili
14 art. 3, comma 1-bis Atti come dal precedente comma 1, trasmessi in via telematica
15 art. 3, comma 2 Note di trascrizione, iscrizione, rinnovazione e annotazione nei registri di cui all’art. 16, lett. b), nonché nei registri navale, aeronautico e automobilistico; note di trascrizione del patto di riservato dominio, nonché del privilegio nelle vendite di macchine di cui agli artt. 1524 e 2762 del Codice civile
16 art. 3, comma 2-bis Note di trascrizione, di iscrizione, di rinnovazione, domande di annotazione nei registri immobiliari, anche con efficacia di voltura, trasmesse con procedure telematiche o presentate su supporto informatico, compresa l’iscrizione nel “registro generale d’ordine”, fuori dai casi previsti dall’art. 1, comma 1-bis, dal comma 2-ter del presente art. 1 e dall’art. 4, comma 1-bis
 Art. 3, comma 2-ter – Formalità richieste per via telematica, per gli atti registrati ai sensi dell’art. 1, comma 1-bis. 1, numeri 1 e 4, ovvero non soggetti a registrazione:
17 art. 3, comma 2-ter n.1 per ogni formalità di trascrizione, iscrizione, annotazione nei registri immobiliari, nonché per la voltura catastale ad essa collegata, comprese la copia dell’atto ad uso formalità ipotecaria e l’iscrizione nel registro di cui all’art. 2678 del Codice civile
18 art. 3, comma 2-ter n.2 per ogni voltura catastale, dipendente da atti che non comportano formalità nei registri immobiliari
Art. 4 – Atti degli organi dell’ Amministrazione dello Stato e di Enti pubblici – Atti di notorietà e pubblicazioni di matrimonio – Certificati di curie e di agenti di cambi
19  art. 4, comma 1 Atti e provvedimenti degli Organi della Amministrazione dello Stato, delle Regioni, delle Province, dei Comuni, loro Consorzi e Associazioni, delle Comunità montane e delle Unità sanitarie locali, nonché quelli degli Enti pubblici in relazione alla tenuta di pubblici registri, rilasciati anche in estratto o in copia dichiarata conforme all’originale a coloro che ne abbiano fatto richiesta
20  art. 4, comma 1-bis Certificati di successione conformi alle risultanze delle dichiarazioni uniche di successione dei beni immobili e di diritti reali immobiliari trasmesse con procedure telematiche, comprese le note di trascrizione, con efficacia di voltura, e l’iscrizione nel registro di cui all’art. 2678 del Codice civile
21  art. 4, comma 1-ter Certificati, copie ed estratti delle risultanze e degli elaborati catastali ottenuti dalle banche dati informatizzate degli uffici dell’Agenzia del territorio, attestazioni di conformità
22  art. 4, comma 1-quater Atti e provvedimenti degli organi dell’Amministrazione dello Stato, delle Regioni, delle Province, dei Comuni, loro Consorzi e Associazioni, delle Comunità montane e delle Unità sanitarie locali, nonché quelli degli Enti pubblici in relazione alla tenuta di pubblici registri, rilasciati per via telematica anche in estratto o in copia dichiarata conforme all’originale a coloro che ne abbiano fatto richiesta
23  art. 4, comma 2 Atti di notorietà e pubblicazioni di matrimonio
24 art. 9, comma 1, lett. a) Assegni bancari: emessi con l’osservanza dei requisiti di cui all’ art. 1, numeri 1, 2, 3 e 5, del Regio Decreto 21-12-1933, n. 1736
25  art. 13, comma 1 Fatture, note, conti e simili documenti, recanti addebitamenti o accreditamenti, anche non sottoscritti, ma spediti o consegnati pure tramite terzi; ricevute e quietanze rilasciate dal creditore, o da altri per suo conto, a liberazione totale o parziale di una obbligazione pecuniaria
26  art. 13, comma 2 Estratti di conti, nonché lettere ed altri documenti di addebitamento o di accreditamento di somme, portanti o meno la causale dell’accreditamento o dell’addebitamento e relativi benestare quando la somma supera L. 150.000 (Euro 77,47)
27  art. 14, comma 1: importo minore o uguale a Euro 129,11 Ricevute, lettere e ricevute di accreditamento e altri documenti, anche se non sottoscritti, nascenti da rapporti di carattere commerciale, negoziati, ancorché consegnati per l’ incasso, presso Aziende e Istituti di credito
28  importo oltre Euro 129,11 e fino a Euro 258,23
29  importo oltre Euro 258,23 e fino a Euro 516,46
30  importo oltre Euro 516,46
31 art. 1, punto 1, Dm. 7 giugno 1973 Atti di protesto redatti dagli ufficiali giudiziari
32  art. 1, Dm. 10 febbraio 1988 Protesti redatti dai Notai
Moduli assegni bancari/postali e vaglia postali emessi in forma libera
33 art. 49, comma 10, Dlgs. 21 novembre 2007 e Circ. 18/E del 7 marzo 2008 Assegni bancari o postali
34 Vaglia postali
Estratti del conto corrente inviati a clienti persone fisiche
35 art. 13, comma 2-bis Periodicità annua
36 art. 13, comma 2-bis Periodicità calcolo giornaliero
Rendiconti di libretti di risparmio inviati a clienti persone fisiche
37 art. 13, comma 2-bis Periodicità annua
38 art. 13, comma 2-bis Periodicità calcolo giornaliero
Estratti del conto corrente inviati a clienti diversi dalle persone fisiche
39 art. 13, comma 2-bis Periodicità annua
40 art. 13, comma 2-bis Periodicità calcolo giornaliero
Rendiconti di libretti di risparmio inviati a clienti diversi dalle persone fisiche
41 art. 13, comma 2-bis Periodicità annua
42 art. 13, comma 2-bis Periodicità calcolo giornaliero

 

Tabella B – Atti e documenti soggetti ad Imposta proporzionale
Codice Norma

Tariffa Parte Prima

(Dpr. n. 642/72)

Casistiche
Comunicazioni relative a prodotti finanziari/deposito titoli
1 art. 13, comma 2-ter Cliente: Persone fisiche con applicazione imposta per l’intero periodo (365 gg.)
2 art. 13, comma 2-ter Cliente: Persone fisiche con applicazione imposta pro quota
3 art. 13, comma 2-ter Cliente: Soggetti diversi dalle persone fisiche con applicazione imposta per l’intero periodo (365gg.)
4 art. 13, comma 2-ter Cliente: Soggetti diversi dalle persone fisiche con applicazione imposta pro quota
5 art. 13, comma 2-ter Cliente: Soggetti diversi dalle persone fisiche con applicazione imposta in misura massima per l’intero periodo (365gg.)
6 art. 13, comma 2-ter Cliente: Soggetti diversi dalle persone fisiche con applicazione imposta in misura massima pro quota
7 art. 13, comma 2-ter e Dm. 24 maggio 2012 Comunicazioni polizze di assicurazione riguardanti il ramo vita ed operazioni riguardanti i buoni postali fruttiferi nonché i prodotti finanziari (diversi da quelli dematerializzati), per i quali non sussiste rapporto di custodia ed amministrazione, ovvero altro stabile rapporto con la clientela. Prodotto finanziario rendicontato al momento del rimborso o riscatto.

Tags assigned to this article:
bolloimpostavirtuale

Related Articles

“Covid-19”: sospese e prorogate le attività dell’Ispettorato nazionale del Lavoro

Con la Nota n. 2179 dell’11 marzo 2020, avente ad oggetto “Dl. n. 9/2020 recante ’Misure urgenti di sostegno per

Armonizzazione sistemi contabili Enti Locali: il punto della Commissione Arconet sugli adempimenti 2016

Con un Documento pubblicato nei giorni scorsi sul Portale istituzionale della Ragioneria generale dello Stato, la Commissione Arconet ha riepilogato

Acquisto di medicinali da parte degli Enti del Ssn.: una Circolare di chiarimento sull’obbligo di indicazione dell’Aic sulla fattura elettronica

Con la Circolare n. 2 del 1° febbraio 2018, la Ragioneria generale dello Stato ha fornito chiarimenti sulle modalità applicative