Imposta di bollo: caso d’uso per i contratti d’acquisto sotto soglia stipulati per corrispondenza sul mercato elettronico “Sigeme”

Imposta di bollo: caso d’uso per i contratti d’acquisto sotto soglia stipulati per corrispondenza sul mercato elettronico “Sigeme”

Con l’istanza di Interpello n. 954–15/2017 presentata da un Comune all’Agenzia delle Entrate sono state chiarite le modalità di assolvimento dell’Imposta di bollo di cui all’art. 2, della Tariffa, Parte I, Allegato “A”, al Dpr. n. 642/72, sui contratti di acquisto di beni e servizi conclusi per corrispondenza per i quali la procedura negoziata è stata effettuata sul mercato elettronico “Sigeme” costituito dal Comune stesso.

In particolare, il Comune istante, fin dal 2003, ha istituito un proprio mercato che si avvale dell’applicativo denominato “Sigeme”, attraverso il quale gli Uffici comunali acquistano beni e servizi

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Patto di stabilità: gli Enti che lo violano non possono rilasciare fideiussioni

Nella Delibera n. 109 del 13 aprile 2015 della Corte dei conti Puglia, un Sindaco ha presentato una richiesta di

Bilancio Ue e “Recovery fund”: cifre, criteri e brevi considerazioni

Premessa Senza entrare tanto nella cronaca spicciola, conosciuta un po’ da tutti dopo il costante e martellante aggiornamento mediatico ad

Società partecipate: non possono affiancare all’attività pubblicistica un’altra prettamente imprenditoriale

  Nella Delibera n. 387 del 6 novembre 2015 della Corte dei conti Lombardia, un Sindaco chiede un parere in