Imposta di soggiorno: ridefiniti i codici-tributo per il versamento mediante Modello “F24”

Imposta di soggiorno: ridefiniti i codici-tributo per il versamento mediante Modello “F24”

Con Risoluzione n. 64/E dell’Agenzia delle Entrate del 30 maggio 2017, vengono ridenominati i codici-tributo istituiti per il versamento dell’Imposta di soggiorno, mediante Modello “F24”.

Con precedente Risoluzione n. 74/E del 26 luglio 2011, erano stati istituiti i codici-tributo “3936”, “3937” e “3938” per il versamento, tramite Modello “F24”, del contributo di soggiorno “a carico di coloro che alloggiano nelle strutture ricettive della città, da applicare secondo criteri di gradualità in proporzione alla loro classificazione fino all’importo massimo di 10 Euro per notte di soggiorno previsto per Roma Capitale, ai sensi dell’art. 14, comma 16, lett. e), del Dl. n. 78/10.

Con l’art. 4, comma 1, del citato Dlgs. n. 23/11, è stato disposto che anche altri Comuni hanno facoltà di introdurre l’Imposta di soggiorno “sino a 5 Euro per notte di soggiorno”, ovvero i Comuni Capoluogo di Provincia, le Unioni di Comuni, e i Comuni inclusi negli Elenchi regionali delle località turistiche o città d’arte mediante Deliberazione del Consiglio.

Di conseguenza, i codici-tributo per il versamento dell’Imposta di soggiorno, vengono così ridenominati:

  • 3936” – “Imposta/Contributo di soggiorno – art. 14, comma 16, lett. e), del Dl. n. 78/10 e art. 4, comma 1, del Dlgs. n. 23/11”;
  • 3937” – “Imposta/Contributo di soggiorno – art. 14, comma 16, lett. e), del Dl. n. 78/10 e art. 4, comma 1, del Dlgs. n. 23/11 – Interessi”;
  • 3938” – “Imposta/Contributo di soggiorno – art. 14, comma 16, lett. e), del Dl. n. 78/10 e art. 4, comma 1, del Dlgs. n. 23/11 – Sanzioni”.

In sede di compilazione del Modello “F24”, i codici-tributo sono esposti nella Sezione “Imue altri tributi locali”, in corrispondenza delle somme indicate nella colonna “Importi a debito versati”, con l’indicazione nel campo “Codice Ente/Codice Comune” del codice catastale del Comune. Il campo “Anno di riferimento” è valorizzato, nel formato “AAAA”, con l’anno cui si riferisce il versamento.

Infine, si precisa che, all’attualità, i suddetti codici-tributo possono essere utilizzati solo per versamenti in favore dei Comuni che hanno stipulato apposita Convenzione con l’Agenzia delle Entrate, elencati nella Tabella denominata “Tabella degli enti convenzionati per pagamenti di tributi”, pubblicata sul sito internet www.agenziaentrate.gov.it.

L’Imposta di soggiorno è incassata dai gestori delle strutture ricettive che poi riverseranno direttamente al Comune. Il relativo gettito è destinato a finanziare interventi in materia di turismo, di manutenzione, fruizione e recupero dei beni culturali ed ambientali locali, nonché ottimizzazione dei relativi servizi pubblici locali.


Related Articles

Appalti: aggiornato il Manuale Anac sulla qualificazione per l’esecuzione di lavori pubblici di importo superiore a 150.000 Euro

Con il Comunicato del Presidente dell’Anac 9 marzo 2016 è stato integrato il “Manuale dell’Autorità sulla qualificazione per l’esecuzione di

Trasporto scolastico: Decreto Mit per la richiesta da parte dei Comuni dei ristori da “Covid-19”

E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 2 del 4 gennaio 2021, in applicazione dell’art. 229 del Dl. 19 maggio 2020,

“Servizi sociali”: al via il “Sostegno per l’inclusione attiva” su tutto il territorio nazionale

Con Decreto 26 maggio 2016, emanato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, di concerto con il Mef, e