Incentivi connessi a pratiche di condono edilizio

Incentivi connessi a pratiche di condono edilizio

Nella Delibera n. 54 del 12 aprile 2021 della Corte dei conti Lombardia, un Comune chiede un parere in merito alla legittima possibilità di riconoscere un compenso ex art. 32, comma 40, della Legge n. 326/2003, ove sia trascorso un notevole lasso di tempo, tra la presentazione della pratica di condono, il momento dell’avvenuta istruttoria e il conseguenziale rilascio del titolo edilizio, presupposto legittimante l’erogazione del relativo compenso.La Sezione afferma che i compensi previsti dall’ art. 32, comma 40, della Legge n. 326/2003, possono essere erogati, indipendentemente dal tempo trascorso tra la presentazione della pratica di condono e il rilascio del titolo edilizio, presupposto legittimante l’erogazione del relativo compenso, fermo restando l’avvenuto introito dei relativi diritti e degli oneri. Conditio sine qua non per la loro erogazione è che i Progetti finalizzati, da svolgere oltre l’orario di lavoro ordinario, presentino i requisiti di cui al vigente Ccnl. delle “Funzioni locali”, siano inseriti nel ciclo di gestione della performance e siano ancorati ad un rigido e oggettivo Sistema di misurazione e valutazione dei risultati perseguiti.


Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.