Incentivi per funzioni tecniche: è escluso il Responsabile del Piano della sicurezza

Incentivi per funzioni tecniche: è escluso il Responsabile del Piano della sicurezza

Nella Delibera n. 54 del 4 marzo 2019 della Corte dei conti Sicilia, un Sindaco chiede un quesito in tema di individuazione dei soggetti beneficiari degli incentivi per funzioni tecniche ex art. 113 del Dlgs. n. 50/2016. La Sezione rileva che l’art. 113, comma 2, del Dlgs. n. 50/2016 dispone che, “a valere sugli stanziamenti  di cui al comma 1, le Amministrazioni aggiudicatrici destinano ad un apposito ‘Fondo’ risorse finanziarie in misura non superiore al 2% modulate sull’importo dei lavori, servizi e forniture, posti a base di gara  per le funzioni tecniche svolte dai dipendenti delle stesse esclusivamente per le attività di programmazione della spesa per investimenti, di valutazione preventiva dei progetti, di predisposizione e di controllo delle procedure di gara e di esecuzione dei contratti pubblici, di Rup, di direzione dei lavori ovvero direzione dell’esecuzione e di collaudo tecnico amministrativo ovvero di verifica di conformità, di collaudatore statico ove necessario per consentire l’esecuzione del contratto nel rispetto dei documenti a base di gara, del progetto, dei tempi e costi  prestabiliti”. Rispetto al dettato normativo previgente, di cui all’art. 93, comma 7-ter, del Dlgs. n. 163/2006 – il quale indicava, quali figure professionali cui ripartire le risorse finanziarie del “Fondo per la progettazione e l’innovazione”, “il Responsabile del procedimento e gli incaricati della redazione del Progetto, del Piano della sicurezza, della direzione dei lavori, del collaudo, e i loro collaboratori”, il nuovo testo normativo non contempla la figura del Responsabile del Piano della sicurezza. Orbene, nel procedere all’interpretazione del dettato normativo, la Sezione non può non rilevare il carattere tassativo dell’elencazione fatta dal Legislatore, elencazione preceduta infatti dall’avverbio esclusivamente che, inevitabilmente, porta a ritenere che i destinatari degli incentivi non possono che essere le figure espressamente indicate all’art. 113, comma 2, del Dlgs. n. 50/2016.


Related Articles

Trasparenza: siglato accorto Anac-Funzione pubblica per il trasferimento delle funzioni relative a progetti sperimentali

Il Presidente dell’Anac, Raffaele Cantone, e il Ministro per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione, Maria Anna Madia, hanno firmato

“Trasparenza”: prorogati i termini relativi alle attestazioni Oiv sull’assolvimento degli obblighi di pubblicazione

Con il Comunicato 17 gennaio 2017, il Presidente dell’Anac ha annunciato 2 proroghe relative alle attestazioni degli Organismi indipendenti di

Salario accessorio: mancata sottoscrizione dell’Accordo decentrato

Nella Delibera n. 29 del 24 maggio 2018 della Corte dei conti Friuli Venezia Giulia, un Sindaco ha chiesto un

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.