Indennità di risultato: condanna del Direttore generale di una Comunità montana per illegittima erogazione a suo favore

Indennità di risultato: condanna del Direttore generale di una Comunità montana per illegittima erogazione a suo favore

Corte dei conti, Sezione II giurisdizionale centrale d’Appello, Sentenza n. 260 del 17 giugno 2022

di Antonio Tirelli

Oggetto:

Condanna del Direttore generale di una Comunità montana per l’illegittima erogazione a suo favore dell’indennità di risultato: conferma Sentenza territoriale per le Marche n. 187/2019.

Fatto:

A seguito di un esposto presentato alla Procura contabile, viene convenuto in giudizio il Direttore-Segretario generale di una Unione montana (già Comunità montana) per un danno di circa Euro 11.000. La motivazione del rinvio a giudizio era l’avvenuta erogazione al personale Dirigente dell’indennità di risultato “in assenza, sia di accantonamento del relativo ‘Fondo’ sia

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Edilizia scolastica: Anci, Upi e Regioni chiedono una nuova proroga

L’Anci ha pubblicato nei giorni scorsi la lettera a firma congiunta Anci, Upi e Regioni inviata al Sottosegretario all’Istruzione Davide

Limite al trattamento accessorio: le Istruzioni della Ragioneria generale dello Stato sulla corretta modalità di calcolo basata sui cedolini

La Ragioneria generale dello Stato, attraverso il Parere rilasciato con Nota Prot. n. 179877/2020 alla Conferenza delle Regioni e delle

“Pcc”: introdotte alcune nuove funzionalità di ricerca dei documenti e sull’esclusione dei debiti

È stata pubblicata sul sito web della “Piattaforma crediti commerciali” (“Pcc”) la News 2 aprile 2020, recante le informazioni relative

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.