“Italicum”: le novità introdotte dalla riforma elettorale per l’elezione della Camera dei Deputati

“Italicum”: le novità introdotte dalla riforma elettorale per l’elezione della Camera dei Deputati

Con 334 voti favorevoli, 61 contrari e 4 astenuti, la Camera dei Deputati ha approvato il 4 maggio, con votazione a scrutinio segreto, la riforma elettorale, il c.d. “Italicum” (Legge 6 maggio 2015, n. 52, pubblicata sulla G.U. n. 105 dell’8 maggio 2015). La Legge elettorale però entrerà in vigore il 1º luglio 2016 in quanto entro quel termine dovrebbe essere approvata anche al riforma costituzionale con il superamento del bicameralismo perfetto ed un Senato non più elettivo.

La riforma prevede un sistema proporzionale che assegna un premio di maggioranza, cioè 340 seggi su 630, alla lista che

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Riforma della contabilità: le nuove definizioni di indebitamento

Cambiano le definizioni di indebitamento recate dall’art. 3, comma 17, della Legge n. 350/03. La norma, di carattere essenziale in

Manovra 2016: gli effetti del nuovo vincolo di finanza pubblica per gli Enti Locali

Il Disegno di legge denominato “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (Legge di stabilità 2016)”

Conservazione dei documenti digitali: le indicazioni dell’Agid

  L’Agid (Agenzia per l’Italia Digitale) ha pubblicato nel proprio sito (www.agid.gov.it) le “Linee guida” sulla conservazione dei documenti informatici.