Iva: aliquota del 10% per la somministrazione di alimenti e bevande, da distinguere attentamente rispetto alla cessione di prodotti da asporto

Iva: aliquota del 10% per la somministrazione di alimenti e bevande, da distinguere attentamente rispetto alla cessione di prodotti da asporto

L’Agenzia delle Entrate, con la Risposta all’Istanza di Interpello n. 581 del 14 dicembre 2020, ha fornito chiarimenti in ordine all’aliquota Iva applicabile alla cessione e alla somministrazione di alimenti e bevande, esaminando un caso particolare.

Nel caso di specie, la Società istante ha realizzato una applicazione informatica che permette una modalità di effettuazione degli ordini alternativa a quella di ordinazione diretta presso il ristorante, con la possibilità di scegliere e personalizzare la tipologia di ingredienti e la dimensione delle bevande. Il cliente può infatti scegliere se procedere all’acquisto dei prodotti alimentari e bevande venduti singolarmente ovvero di alimenti e

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Fabbisogno statale: nei primi 11 mesi del 2018 è stato inferiore di 10,6 miliardi rispetto a quello 2017

Nel mese di novembre 2018 il saldo del settore statale si è chiuso, in via provvisoria, con un fabbisogno di

“Legge di bilancio 2020”: le modalità di determinazione del “Fcde” e la necessità di una programmazione fiscale coerente

La “Legge di bilancio 2020” ha introdotto una nuova premialità per gli Enti virtuosi. Ai sensi dell’art. 1, comma 79,

Trasferimenti erariali: assegnate ai Comuni le risorse derivanti dal “5 per mille” 2021

Il Ministero dell’Interno – Dipartimento Affari interni e territoriali, Direzione centrale per la Finanza locale, ha reso disponibile l’11 luglio

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.