Iva: in caso di riscossione di canoni relativi ad immobili sequestrati, gli adempimenti spettano all’Amministratore giudiziario

Iva: in caso di riscossione di canoni relativi ad immobili sequestrati, gli adempimenti spettano all’Amministratore giudiziario

L’Agenzia delle Entrate, col Principio di diritto n. 11 del 31 luglio 2020 ha fornito chiarimenti sul soggetto tenuto agli adempimenti ai fini Iva in caso di riscossione di canoni relativi ad immobili sequestrati.

In particolare, in tale ipotesi, il soggetto tenuto ad adempiere agli obblighi di fatturazione, registrazione, liquidazione e presentazione della Comunicazione delle liquidazioni periodiche e della Dichiarazione annuale, in luogo e per conto del locatore, è da individuarsi nell’Amministratore giudiziario, per l’intero periodo di affidamento dell’incarico risultante dal Provvedimento del Giudice.

E ciò perché:

– in attesa della confisca definitiva o della restituzione al proprietario, il titolare dei beni non è individuato a titolo definitivo e per questo motivo non ha la disponibilità dei medesimi;

– la veste di soggetto passivo d’imposta spetta a colui che assume, con effetto retroattivo, la titolarità dei beni sequestrati e, quindi, il soggetto passivo d’imposta è individuato a posteriori, seppure con effetto ex tunc, nello Stato o nell’indiziato, a seconda che il procedimento si concluda con la confisca oppure con la restituzione dei beni;

– l’Amministratore giudiziario, in pendenza di sequestro, non assume un’autonoma soggettività d’imposta ma opera nella veste di rappresentante in incertam personam, curando la gestione del patrimonio per conto di un soggetto non ancora individuato.


Related Articles

Notifiche: valide le notifiche degli atti effettuati tramite poste private con raccomandata A/R

Nella Sentenza n. 8416 del 26 marzo 2019 della Corte di Cassazione, verrà trattato un importante aspetto della notifica dei

Giudizio di anomalia dell’offerta

Nella Sentenza n. 4796 del 20 ottobre 2015 del Consiglio di Stato, i Giudici statuiscono che il giudizio positivo di

Aliquote Irap e Irpef: previsto aumento in Calabria e Molise per il mancato rispetto degli obiettivi del Piano di rientro dal deficit sanitario

A seguito del monitoraggio sull’attuazione dei Piani di rientro dal deficit sanitario, effettuato nelle riunioni del 4 aprile 2019 e

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.