Iva: possibile applicare il regime di esenzione previsto per le attività educative soltanto alle prestazioni ad esse “accessorie”

Iva: possibile applicare il regime di esenzione previsto per le attività educative soltanto alle prestazioni ad esse “accessorie”

L’Agenzia delle Entrate, con la Risposta all’Istanza di Interpello n. 251 del 16 luglio 2019, ha fornito chiarimenti in ordine all’applicabilità o meno del regime di esenzione Iva al “Servizio di gestione dei convitti agli studenti” qualora accessorio ad attività ritenute educative.

Nel caso di specie, una Società è risultata aggiudicataria di una gara di appalto indetta da una Provincia per il “Servizio di gestione dei convitti” di un Comune. In base ad una Legge provinciale, la Provincia mette a disposizione degli studenti servizi abitativi, anche in forma di convitto, sia attraverso la gestione diretta che

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Referendum costituzionale: gli adempimenti preventivi e le istruzioni per ottenere il rimborso delle spese anticipate dai Comuni

Sono state pubblicate sul sito web del Ministero dell’Interno (http://elezioni.interno.it/) le Circolari che forniscono indicazioni finalizzate alla piena attuazione del

Condanna Amministratori comunali per aver deliberato una fideiussione bancaria a favore di una Società partecipata

Corte dei conti – Sezione Seconda giurisdizionale centrale d’Appello – Sentenza n. 742 del 21 dicembre 2018 Oggetto: Condanna Amministratori

Iva: si deve applicare il meccanismo dello “split payment” sul bollettino ricevuto dal Comune per il pagamento del Canone Rai?

Il quesito: “Il Comune deve procedere al pagamento del Canone Rai per gli apparecchi televisivi situati presso le Case di

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.