La Giornata Parlamentare del 4 maggio 2021

La Giornata Parlamentare del 4 maggio 2021

Il Governo è al lavoro al decreto sostegni bis

Nuovi contributi a fondo perduto per le imprese più colpite dalla crisi Covid, garanzie sulla liquidità, incentivi per la ripartenza, ma anche nuovi aiuti a chi rischia di rimanere più indietro, dai buoni spesa al reddito di emergenza, una mano agli under 35 per comprare casa senza pagare tasse e un nuovo pacchetto di misure per gli enti locali e per la sanità, compresi fondi per rimborsare le società sportive per i tamponi, indispensabili per fare ripartire i campionati: prende forma il decreto Sostegni bis da circa 40 miliardi che dovrebbe arrivare entro la settimana sul tavolo del Consiglio dei ministri, che dovrebbe prolungare lo smart working nel privato fino a fine settembre e finanziare la prima produzione pubblica di vaccini e anticorpi monoclonali nello stabilimento militare di Firenze. Nella bozza del provvedimento la voce più consistente rimane quella degli indennizzi alle imprese con perdite oltre il 30% durante la pandemia: per loro sono pronti altri 14 miliardi che saranno distribuiti dall’Agenzia delle Entrate e calcolati sempre in base al fatturato. Accanto agli indennizzi per le imprese arriverà anche una serie di sgravi sui costi fissi; il credito d’imposta per gli affitti commerciali ci sarà per altri 5 mesi, da gennaio a maggio. 

Dopo la bolletta elettrica con il nuovo decreto sarà la volta di gas e acqua, ma la norma ancora è in bianco così come una serie di altre misure, dalla nuova indennità per stagionali e lavoratori a un intervento per Ita che dovrebbe garantire “stipendi e fattibilità del piano” per la società nata dopo il commissariamento di Alitalia. Arriveranno poi lo stop alla prima rata Imu, 600 milioni per ridurre la Tari, l’azzeramento del canone Rai per alberghi, bar e ristoranti, e l’esonero della tassa sui tavolini fino alla fine dell’anno. Tutti questi ultimi interventi potrebbero transitare dal Senato con una serie di emendamenti al primo decreto Sostegni su cui la maggioranza sta chiudendo l’intesa complessiva in queste ore. Oltre alle misure per l’emergenza si guarda anche alla ripresa delle aziende con il rafforzamento di incentivi alla patrimonializzazione ma si guarda anche alle Pmi con una serie di nuove garanzie per ricerca e sviluppo e sui basket bond. Altra novità la spinta agli investimenti in start up e Pmi innovative: non si pagherà la tassa al 26% sulle plusvalenze fino al 2025. Secondo quanto anticipata dal Mef ci dovrebbe essere anche una proroga per l’Irap e, soprattutto, il nuovo stop alle cartelle esattoriali fino alla fine di maggio.

I partiti pressano e polemizzano, ma Draghi non accelera sulle nomine Rai

vertici della Rai cambieranno nei tempi previsti. Tempi brevi, ma senza strappi, secondo i quali già a giugno viale Mazzini potrebbe avere un nuovo presidente e un nuovo amministratore delegato. Il premier Mario Draghi, sull’onda del caso Fedez, ha preso in mano una delle partite più spinose del Governo, quella della Rai. Il Risiko è complicato sia dal numero dei partiti di maggioranza sia dalle polemiche accese dal concerto del Primo maggio, vicenda che aumentato esponenzialmente il pressing dei partiti su Palazzo Chigi. Draghi, tuttavia, si spiega in ambienti di maggioranza, non metterà in campo ulteriori accelerazioni: sulla Rai il Governo deciderà, come previsto, nelle stesse settimane in cui si decideranno altre centinaia di nomine di partecipate dello Stato, da Cdp a Ferrovie. Venerdì si sono chiuse le candidature per il nuovo Cda Rai. Camera e Senato, nei prossimi giorni, faranno le ultime verifiche e poi i profili saranno pubblicati.  

Il Cda è formato da sette membri: quattro sono nominati dal Parlamento, due dal Tesoro e uno dai dipendenti. Per arrivare alla rosa dei papabili, in Rai come per le altre partecipate, Draghi si è affidato alla Egon Zehnder, grande società di cacciatori di teste. Per la figura di Ad, secondo autorevoli fonti di maggioranza, i favoriti potrebbero essere tre: Marcello CiannameaElisabetta Ripa e Laura Cioli. Per il presidente il Risiko è ancora più intricato: per eleggerlo, oltre all’indicazione del Governo, servono anche i 2/3 della commissione di Vigilanza, e la questione è resa ancor più complessa dall’impasse nel centrodestra sul Copasir, con Fdi che reclama, finora senza esito, la presidenza. La terna di cui si parla, al momento, sembrerebbe essere composta da Mauro MasiFerruccio De Bortoli e Alberto Quadro Curzio. Le forze di maggioranza, intanto, fibrillano e non aiuta il caso del nuovo servizio di Report su Matteo Renzi. Sull’onda del video il M5S è tornato sulle barricate e d’altra parte le scorie del caso Fedez sono ancora sul tappeto. Domenica sera Salvini avrebbe chiamato Draghi per chiedere un’accelerazione sui nuovi vertici Rai. 

L’Aula del Senato

L’Assemblea del Senato tornerà a riunirsi domani alle 9.30 per l’esame del decreto sulle misure urgenti per fronteggiare la diffusione del COVID-19 e di sostegno per lavoratori con figli minori in didattica a distanza o in quarantena e del decreto di sostegno alle imprese e agli operatori economici, di lavoro, salute e servizi territoriali, connesse all’emergenza da COVID-19,  licenziato questa notte dalle commissioni Bilancio e Finanze

Le Commissioni del Senato

Per quanto riguarda le Commissioni, la Affari Costituzionali esaminerà, con la Lavoro, il decreto sulle misure urgenti per fronteggiare la diffusione del COVID-19. A seguire si confronterà sul decreto sulle misure di contenimento del COVID-19, sul ddl per l’istituzione di una Commissione bicamerale sull’emergenza COVID, sul ddl costituzionale relativo al vincolo per il legislatore a seguito di referendum abrogativo e sul ddl sul quorum per la validità delle elezioni comunali. La Giustizia, con la Lavoro, svolgerà diverse audizioni sui disegni di legge relativi alle molestie nei luoghi di lavoro. La Difesa proseguirà il ciclo di audizioni sull’affare assegnato relativo alle prospettive strategiche della politica di sicurezza e difesa comune dell’Unione europea. La Istruzione ascolterà i rappresentanti della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome sull’indagine conoscitiva sulla condizione studentesca nelle università e il precariato nella ricerca universitaria, e discuterà lo schema di decreto ministeriale recante la tabella delle istituzioni culturali da ammettere al contributo ordinario annuale dello Stato per il triennio 2021-2023.  

La Lavori Pubblici ascolterà il Presidente Francesco Caio e l’Amministratore delegato Fabio Lazzerini di Italia Trasporto Aereo Spa sulla predisposizione del piano industriale della società. La Agricoltura, con l’Industria, ascolterà i rappresentanti delle organizzazioni professionali agricole e degli organismi della cooperazione sulle problematiche inerenti alla difficoltà di approvvigionamento delle materie prime agroalimentari ed agroindustriali, svolgerà delle audizioni sull’affare assegnato sulle problematiche riguardanti aspetti di mercato e tossicologici della filiera del grano duro ed alcune sul disegno di legge relativo alla disciplina del settore florovivaistico. Si confronterà sul ddl relativo all’ordinamento delle professioni di enologo ed enotecnico, sull’affare assegnato sui danni causati all’agricoltura dall’eccessiva presenza della fauna selvatica e su quello relativo alle problematiche del settore agrumicolo in Italia. La Industria proseguirà il ciclo di audizioni sull’affare assegnato relativo alle aree di crisi industriale complessa con specifico riferimento a quella di Gela e alcune altre sull’Atto europeo relativo agli orientamenti per le infrastrutture energetiche transeuropee. La Salute svolgerà delle audizioni sul ddl per l’istituzione dello psicologo per le cure primarie e alcune sul ddl per la prevenzione delle malattie cardiovascolari. La Territorio esaminerà il ddl per la rigenerazione urbana. Infine la Politiche dell’UE si confronterà sulla Legge europea 2019-2020.

L’Aula della Camera

L’Aula della Camera tornerà a riunirsi alle 12.00 per esaminare il decreto sulla disciplina sanzionatoria in materia di sicurezza alimentare, le mozioni sul nuovo quadro normativo in materia d’inadempienza bancaria e crediti deteriorati, e quelle in materia d’infrastrutture digitali efficienti e sicure per la conservazione e l’utilizzo dei dati della pubblica amministrazione, la mozione sulle iniziative per il rilancio economico e produttivo della Nazione, quelle sulle iniziative volte al superamento delle barriere architettoniche, la relazione della Giunta per le autorizzazioni sulla richiesta di deliberazione in materia d’insindacabilità nell’ambito di un procedimento penale nei confronti di Fabio Porta, deputato all’epoca dei fatti, e le mozioni sulle cure palliative, nel contesto dell’emergenza pandemica da Covid-19

Le Commissioni della Camera

Per quanto riguarda le Commissioni, la Affari Costituzionali, alle 15.30 assieme alla Lavoro Affari Sociali, ascolterà la Ministra per le pari opportunità e la famiglia Elena Bonetti. La Giustizia esaminerà la pdl sulla disciplina concernente i testimoni di giustizia, la proposta di legge per la tutela del rapporto tra detenute madri e figli minori, svolgerà delle audizioni sulla pdl relativa all’equo compenso e clausole vessatorie nelle convenzioni relative allo svolgimento di attività professionali in favore delle banche, delle assicurazioni e delle imprese di maggiori dimensioni. La Difesa svolgerà delle audizioni nell’ambito dell’indagine conoscitiva sulla pianificazione dei sistemi di difesa e sulle prospettive della ricerca tecnologica, della produzione e degli investimenti funzionali alle esigenze del comparto difesa. La Finanze, con la Attività Produttive, esaminerà la risoluzione sulle misure volte a supportare il pluralismo distributivo nel commercio e a reagire alla desertificazione commerciale. La Cultura alle 9.00, assieme all’Istruzione del Senato, ascolterà il Ministro dell’istruzione Patrizio Bianchi sulle linee programmatiche del suo dicastero. La Ambiente esaminerà, in sede di comitato ristretto, le pdl in favore dei familiari delle persone decedute a seguito degli eventi sismici che hanno interessato il centro Italia. 

La Trasporti, con la Attività Produttive, ascolterà i rappresentanti del Comitato Ricordo Vittime del Ponte Morandi sulle iniziative per il ricordo delle vittime del crollo del ponte e si confronterà sulle risoluzioni per la tutela ambientale e di regolazione del transito marittimo nelle Bocche di Bonifacio. A seguire esaminerà il decreto, approvato la settimana scorsa dal Senato, per la disciplina del traffico crocieristico e del trasporto marittimo delle merci nella laguna di Venezia e la legge quadro in materia di interporti. La Commissione Attività produttive svolgerà delle audizioni sulla pdl per la rinegoziazione dei contratti di locazione di immobili destinati ad attività commerciali, artigianali e ricettive per l’anno 2021 in conseguenza dell’epidemia di COVID-19. La Lavoro proseguirà il ciclo di audizioni nell’ambito dell’indagine conoscitiva sulle nuove disuguaglianze prodotte dalla pandemia nel mondo del lavoro. La Agricoltura esaminerà la pdl per la tutela e la valorizzazione dell’agricoltura contadina. Alle 11.00 la Politiche dell’Ue ascolterà il Presidente dell’Autorità garante della Concorrenza e del Mercato Roberto Rustichelli sugli strumenti per la prevenzione e la riduzione delle procedure di infrazione a carico dell’Italia.

 


Nomos

A cura di Nomos Centro Studi parlamentari

La settimana parlamentare” è una rubrica a cura di Nomos Centro Studi Parlamentari, partner commerciale dell’Editore di questo Portale di informazione specializzata, Centro Studi Enti Locali S.p.a. .
Grazie alla sinergia avviata tra queste due realtà imprenditoriali, ai Lettori di Entilocali-online.it viene offerta la possibilità di consultare, in maniera del tutto gratuita, gli aggiornamenti relativi ai temi e ai provvedimenti al centro dell’attenzione dei due rami del Parlamento.
La scelta di avviare questo nuovo Progetto – ampliando la vasta gamma di servizi e contenuti accessibili attraverso questo Portale – si pone in continuità con il costante sforzo profuso da Centro Studi Enti Locali per garantire un’informazione sempre più efficace, tempestiva e completa ai propri Abbonati.


Related Articles

La giornata parlamentare – 6 dicembre 2019

È battaglia nella maggioranza sulla manovra. Conte apre a Renzi Nel giorno in cui la Camera vota la fiducia al

La giornata parlamentare – 13 aprile

Berlusconi provoca lo stallo tra Lega e M5S Sembra tornata indietro di ventiquattro ore la lancetta degli orologi dopo il secondo

La giornata parlamentare del 16 ottobre 2020

Recovery Fund: Conte è ottimista sul negoziato con l’Europarlamento I capi di Stato e di governo riuniti al vertice Ue di Bruxelles

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.