Lavoro a tempo determinato: “turn over” del personale e “resti assunzionali”

Lavoro a tempo determinato: “turn over” del personale e “resti assunzionali”

Nella Delibera n. 120 del 30 maggio 2016 della Corte dei conti Puglia, viene chiesto se l’Ente in questione possa tener conto che, mentre il fabbisogno previsto ed utilizzato nel 2009 atteneva ad un rapporto di minore portata temporale e monetaria, vi sia tuttora un fabbisogno temporale e monetario di maggiore portata. Se l’Ente possa utilizzare i resti assunzionali, altrimenti non utilizzabili, per l’assunzione a tempo determinato ex art. 110 del Tuel e se sia possibile ovviare al limite di spesa sostenuto nell’anno 2009 per l’assunzione, tramite lavoro interinale di un assistente sociale, considerato che il Comune in questione otterrà

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

“Refezione scolastica”: per il Consiglio di Stato è illegittimo il Regolamento comunale che vieta di consumare pasti portati da casa

Nella Sentenza n. 5156 del 3 settembre 2018 del Consiglio di Stato, la questione controversa in esame riguarda il divieto

Enti territoriali: Circolare RgS sulle nuove regole di finanza pubblica per il triennio 2017-2019 (“Pareggio di bilancio”)

E’ stata pubblicata sul sito istituzionale della Ragioneria generale dello Stato in data 3 aprile 2017 la consueta Circolare Mef-RgS

“E-fattura”: le fatture che saranno emesse a cavallo del 1° gennaio 2019 dovranno essere gestite in “analogico” o in “digitale”?

Il testo del quesito: “Con riferimento alle fatture da emettere nel periodo a cavallo del 1° gennaio 2019, come si