Lavoro agricolo: al via la cooperazione interministeriale per combattere caporalato e sfruttamento

Lavoro agricolo: al via la cooperazione interministeriale per combattere caporalato e sfruttamento

Con una Nota diffusa il 27 maggio 2016, il Viminale ha reso l’avvio di un progetto dei Ministri dell’Interno, Angelino Alfano, del Lavoro, Giuliano Poletti, e delle Politiche agricole, alimentari e forestali, Maurizio Martina, finalizzato alla lotta al caporalato e allo sfruttamento del lavoro agricolo.

Abbiamo fatto un accordo – ha detto il Ministro Alfano –  che attribuisce compiti e responsabilità precise, con la regia delle Prefetture. Il Ministero del Lavoro garantirà il confronto tra le parti e attiverà campagne di informazione e sensibilizzazione sulla tutela della salute e della sicurezza sul lavoro. Il Ministero delle Politiche agricole coordinerà le operazioni di controllo sul territorio, anche con il Corpo forestale dello Stato”.

La rete pensata dai 3 Dicasteri per combattere la piaga del caporalato prevede il coinvolgimento dei seguenti soggetti: Ispettorato nazionale del lavoro, Regioni Basilicata, Calabria, Campania, Piemonte, Puglia e Sicilia, Organizzazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil, Associazioni di categoria Coldiretti, Cia, Copagri, Confagricoltura, e Cna, Acli Terra, Alleanza delle Cooperative, Caritas, Libera e Croce Rossa Italiana. Nel mirino finiranno in particolare le Province di Bari, Caserta, Foggia, Lecce, Potenza, Ragusa e Reggio Calabria.

Le attività previste dal Protocollo saranno finanziate dalle risorse del “Pon Legalità” e del “Fondo asilo migrazione e integrazione”.


Related Articles

Proventi multe per eccesso di velocità: permane il vincolo sulle entrate per la parte destinata agli Enti proprietari delle strade

Nella Delibera n. 18 del 10 febbraio 2016 della Corte dei conti Emilia Romagna, la richiesta di parere ha ad

Iva: non si applica il regime di esenzione alle prestazioni dei Fisici specialisti in Fisica medica

L’Agenzia delle Entrate, con Risposta all’Istanza di Interpello n. 208 del 9 luglio 2020, ha fornito chiarimenti in ordine all’applicabilità

Incarichi: non è possibile procedere all’affidamento se non è stato approvato il Piano della performance 

Corte dei conti Piemonte, Delibera n. 162 del 9 novembre 2015 Nella fattispecie in esame la Sezione afferma che l’adozione