Le assunzioni effettuate dalla Società controllata non incidono sulle capacità assunzionali dell’Ente controllante

Le assunzioni effettuate dalla Società controllata non incidono sulle capacità assunzionali dell’Ente controllante

Nella Delibera n. 302 del 25 ottobre 2018 della Corte dei conti Lombardia, un Sindaco ha chiesto se un’eventuale assunzione programmata dalla Società partecipata a totale controllo pubblico vada ad incidere sulla capacità assunzionale del Comune controllante, limitando le possibilità di assunzione di quest’ultimo. La richiesta di parere verte, essenzialmente, sull’interpretazione dell’art. 19, comma 5, del Dlgs. n. 175/1016, secondo il quale “le Amministrazioni pubbliche socie fissano, con propri provvedimenti, obiettivi specifici, annuali e pluriennali, sul complesso delle spese di funzionamento, ivi comprese quelle per il personale, tenendo conto del settore in cui ciascun soggetto opera, delle Società controllate, anche attraverso il contenimento degli oneri contrattuali e delle assunzioni di personale e tenuto conto di quanto stabilito all’art. 25, ovvero delle eventuali disposizioni che stabiliscono, a loro carico, divieti o limitazioni alle assunzioni di personale”.

La Sezione in proposito chiarisce che una Società partecipata, nel rispetto delle direttive impartite dalle proprie Amministrazioni partecipanti e degli specifici obblighi legislativamente previsti e, in particolare, da quanto statuito dall’art. 19 del Tusp, anche per quanto attiene alle modalità attraverso cui procedere, può porre in essere assunzioni senza che ciò possa intaccare la capacità assunzionale delle predette Amministrazioni partecipanti.

Ciò posto, non sussiste alcun obbligo di consolidamento delle capacità assunzionali del Comune socio e della Società interamente partecipata.


Related Articles

Debiti P.A.: corretta contabilizzazione delle anticipazione di liquidità di cui al Dl. n. 35/2013

Nella Delibera n. 125 del 27 settembre 2016 della Corte dei conti Molise, un Sindaco ha formulato una richiesta di

Consiglieri provinciali delegati: la loro possibilità di usufruire di permessi retribuiti dipende dai criteri stabiliti nello Statuto

Nella Delibera n. 189 del 9 giugno 2017 della Corte dei conti Lombardia, il Presidente di una Provincia chiede un

Ici: un terreno che per il Prg è agricolo è da considerare fabbricabile nell’arco di tempo in cui ospita dei lavori di costruzione

Nell’Ordinanza n. 27087 del 15 novembre 2017 della Corte di Cassazione, la questione controversa in esame concerne l’impugnazione, da parte

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.