L’Ue tra “Scilla e Cariddi” ovvero tra “Mes” e “Recovery Fund”

L’Ue tra “Scilla e Cariddi” ovvero tra “Mes” e “Recovery Fund”

La metafora da cui si inizia trae spunto da uno dei luoghi più belli d’Italia. Nel nostro Sud. Tra la Sicilia e la Calabria. Luogo stupendo, come tanti altri nel nostro amato Paese. Certo inimmaginabile in Olanda, in Germania, in Austria. A significare che il focus di questo articolo si limita ad uno “stretto” braccio di mare monetario e finanziario. E a come superarlo indenni. Perciò, deliberatamente circoscritto rispetto al vasto Mediterraneo, agli altri mari e alla porzione dell’Oceano Atlantico che circondano l’Europa. Ovverosia, in definitiva questo articolo è indirizzato soltanto a 2 importanti e dibattute “novità” scaturite dall’Eurogruppo di

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

“Spending review”: ripartiti tra Città metropolitane e Province 516,7 milioni di Euro di contributo alla finanza pubblica

Sono stati pubblicati sulla G.U. n. 208 del 6 settembre 2016 3 Decreti del Ministero dell’Interno datati 26 agosto 2016,

“Bonus bebè”: emanato il Decreto attuativo per disciplinare l’attribuzione dei contributi per i nuovi nati

E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 83 del 10 aprile 2015 il Dpcm. 27 febbraio 2015, che regola l’attuazione del

Armonizzazione: pubblicato il quarto Decreto correttivo al Dlgs. n. 118/11 e ai relativi allegati

È stato pubblicato il Dm. Mef 30 marzo 2016, di concerto con il Ministero Interno e con la Presidenza del

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.