“Next Generation EU – EuroPA Comune”: il progetto di Centro Studi Enti Locali

“Next Generation EU – EuroPA Comune”: il progetto di Centro Studi Enti Locali

Next Generation EU – EuroPA Comune” è una Newsletter interamente gratuita, curata da Centro Studi Enti Locali Spa, Editore di questo Portale di informazione specializzata e che porta il nome del progetto avviato il 1° gennaio scorso in collaborazione con il Dipartimento Economia e Management dell’Università degli Studi di Pisa.

Il nostro Gruppo di lavoro intende proporre alle P.A. locali territoriali, regionali e nazionali, alle Società ed Aziende da esse partecipate, ed ai rispettivi Professionisti Revisori, una serie di servizi utili a seguire l’evoluzione del “Recovery Fund” nei prossimi 6 anni, partecipando al processo di definizione della destinazione delle enormi risorse finanziarie disponibili, ed al loro concreto utilizzo.

Next Generation EU – EuroPA Comune” si compone di una serie di servizi specifici di natura istituzionale, informativa, formativa, editoriale, e consulenziale, di seguito meglio presentati:

– Newsletter informativa GRATUITA dedicata ai temi del “NGEU” ed alle notizie e informazioni sulla “stato dell’arte” del Programma nazionale ed unionale, con focus su criticità e “buon e pratiche” sperimentate dalla P.A. locale territoriale, e pubblicazione di Paper studi e ricerche econometriche di Settore funzionali alle presentazione di analisi di esiti e di effetti prodotti dal “NGEU” sulla Finanza locale, sulla Finanza pubblica, e sugli economics nazionali ed internazionali dell’Economia, a cura del ns. “Servizio Econometrico”;

– Incontri informativi GRATUITI in modalità webinar su temi di confronto e di dialogo connessi con “NGEU” e le Politiche unionali, nazionali e territoriali di sua adozione, alla presenza di operatori e personalità di spicco coinvolti e/o interessati ai fenomeni inerenti “NGEU”;

– Incontri formativi GRATUITI in modalità webinar su temi di confronto e di dialogo connessi con “NGEU” e le Politiche unionali, nazionali e territoriali di sua adozione, alla presenza di operatori e personalità di spicco coinvolti e/o interessati ai fenomeni inerenti “NGEU”;

– Cabina di regia GRATUITA per matching tra P.A. territoriali locali nella definizione di partenariati pubblici e/ pubblico-privati utili al raggiungimento della dimensione economico-finanziaria e demografica minima ottimale dei Progetti da presentare alle Autorità competenti per concorrere alla loro finanziabilità ed attuabilità concreta, oltre che alla successiva rendicontazione;

– E-book e Paper GRATUITI di illustrazione e di racconto, direttamente da parte degli attori coinvolti, delle “buone pratiche” nell’uso dei fondi e dei risultati di Progetti significativi e sensibili;

– Servizio specializzato di rendicontazione delle spese dei Progetti finanziati dal “NGEU”;

– Servizi di assistenza e consulenza specifica sulle tematiche ricomprese negli obiettivi del “NGEU” (tra cui, Digitalizzazione, Reingegnerizzazione dei processi organizzativi e procedimentali, Compliance pubblica, Semplificazione amministrativa e funzionale, Ottimizzazione ed efficientamento degli Uffici fiscali, Ottimizzazione ed efficientamento degli Uffici tributari).

Gli operatori interessati sono invitati ad inviare richieste di informazioni e di intervento a “Next Generation EU – EuroPA Comune”, alla mail dedicata ngeu-europacomune@entilocaliweb.it.

Per ulteriori dettagli si rimanda alla brochure informativa disponibile qui di seguito.


Related Articles

Fissate regole tecniche Servizio fatturazione automatica: un esempio delle potenzialità offerte dalla digitalizzazione per l’automazione dei processi

Sono state fissate le regole tecniche del Servizio di fatturazione automatica di cui al comma 2-sexies, art. 5, del Dlgs.

Trasparenza: l’Anac traccia il bilancio 2014 sulle inosservanze segnalate

Sono state 340 le segnalazioni di inosservanze pervenute negli Uffici dell’Anac nel 2014. Di queste, 30 riguardavano dati relativi ad

Spese di rappresentanza: illegittimo ricomprendervi la quota per l’iscrizione all’Albo dei giornalisti del Direttore del notiziario comunale

Nella Delibera n. 362 del 28 ottobre 2015 della Corte dei conti Lombardia, la Sezione afferma che non rientrano tra

1 commento

Scrivi un commento

Only registered users can comment.