“Next Generation Eu – EuroPA Comune”: la “casa” digitale in cui gli Enti Locali e il Pnrr si incontrano

“Next Generation Eu – EuroPA Comune”: la “casa” digitale in cui gli Enti Locali e il Pnrr si incontrano
Nasce il Portale “Next Generation Eu – EuroPA Comune” come strumento a supporto degli Enti Locali per seguire il Pnrr e renderli protagonisti di una spesa pubblica efficace ed efficiente

Da oggi è online il portale “Next Generation Eu – EuroPA Comune (www.nextgeneration-eu.it): uno spazio digitale in cui sono raccolte, informazioni, iniziative e approfondimenti sul “Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza” (Pnrr) dedicati agli Enti locali. L’obiettivo è quello di fornire un servizio gratuito che possa servire a far orientare gli Enti davanti alle numerose iniziative e finanziamenti che li riguarderanno da vicino nei prossimi anni grazie al “Pnrr” al “Piano nazionale complementare” (“Pnc”).

Per questo motivo, oltre ad una roadmap in progressivo aggiornamento con le scadenze attualmente previste per i bandi e che crescerà man mano che saranno fissati dal Governo nuovi termini, sul portale sono disponibili approfondimenti, notizie, eventi e incontri che riguardano da vicino gli Enti Locali e il Next Generation italiano.

Il portale è animato da una community costituitasi nell’ultimo anno e in continua crescita composta da Enti Locali, ricercatori ed esperti che si è sviluppata a partire dal Progetto da cui il sito web prende il nome.

Il portale, infatti, nasce dal Progetto istituzionale, divulgativo ed informativo, promosso a titolo completamente gratuito per gli aderenti, denominato “Next Generation Eu – EuroPA Comune”, ideato, progettato e gestito da Centro Studi Enti Locali S.p.a. e dall’Università di Pisa.

Il Progetto, che conta attualmente circa 1000 Enti pubblici iscritti, ha come obiettivo principale quello di fornire gratuitamente alle P.A. locali una serie di servizi, informazioni ed iniziative utili a rendere – soprattutto i piccoli e medi Comuni – consapevoli del loro ruolo (sia istituzionale ma soprattutto di “soggetti attuatori” delle spese dei Progetti finanziati con il “Pnrr” e con il “Piano nazionale complementare”), così da accedere ai bandi futuri e a seguire l’evoluzione del Recovery Fund nei prossimi anni da protagonisti (ricordando che gli Enti Locali storicamente concorrono ai due terzi della realizzazione della spesa per Investimenti pubblici).


Related Articles

“Italia Domani”: gli eventi sul territorio nazionale per illustrare il “Pnrr”

Sul Portale istituzionale “Italia Domani” è stato pubblicato l’avvio dell’Iniziativa “Italia Domani – Dialoghi sul ‘Piano nazionale di ripresa e

Baratto amministrativo: effetti sugli equilibri di bilancio degli Enti Locali che lo utilizzano

Nella Delibera n. 27 del 23 marzo 2016 della Corte dei conti Emilia Romagna, la Sezione si pronuncia sull’interpretazione dell’art.

Riscossione: perdita del requisito minimo di capitale e decadenza dalla concessione

Nella Sentenza n. 495 del 2 febbraio 2015 del Consiglio di Stato, una Società concessionaria del “Servizio di riscossione dei

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.