Nomina Commissario Asp: incompatibile il candidato Sindaco di un Comune della stessa Provincia

Nomina Commissario Asp: incompatibile il candidato Sindaco di un Comune della stessa Provincia

Nella Delibera n. 66 del 2 settembre 2015 dell’Anac, il Presidente di una Regione aveva nominato a Commissario straordinario di una Asp provinciale il candidato Sindaco di un Comune della stessa Provincia della Asp. L’Anac ha statuito l’illegittimità di tale nomina per violazione delle disposizioni previste dall’art. 8, del Dlgs. n. 39/13, e conseguentemente ha deliberato che l’atto di conferimento dell’incarico e il relativo contratto devono essere considerati nulli.

Inoltre, essendo stata effettuata una nomina inconferibile, ai sensi dell’art. 18, comma 2 del medesimo Decreto, deve applicarsi la sanzione interdittiva per l’Organo che ha proceduto alla nomina e cioè l’impossibilità per 3 mesi di conferire incarichi di loro competenza. Ed ancora, l’Anac è consapevole che la norma da ultimo citata pone non pochi problemi ermeneutici ed applicativi, perché sembra costruire la sanzione in parola come automatica e sostanzialmente oggettiva e non individua nemmeno uno specifico procedimento per la sua applicazione. In assenza dell’auspicato intervento emendativo del Legislatore, non potendo di certo disapplicare la norma, l’Autorità, pur riservandosi di emanare al più presto una Determina interpretativa sul punto, invita il Responsabile della prevenzione della corruzione della Regione in questione a contestare ai soggetti emittenti la nullità del provvedimento di nomina. Infine, dal momento della contestazione medesima scatta per i 3 mesi successivi la sanzione interdittiva prevista dal già citato art. 18, comma 2, del Dlgs. n. 39/13.


Related Articles

Affidamento diretto alle Cooperative sociali: occorre l’iscrizione all’Albo regionale

Nella Sentenza n. 3 dell’11 gennaio 2016 del Tar Calabria, Catanzaro, la Giunta di un Comune ha adottato un atto

De Capitani, Municipia: “Per la ripartenza post-crisi, Enti Locali sfruttino le grandi possibilità offerte dal partenariato pubblico/privato”

Stefano De Capitani, Presidente di Municipia spa, intervenuto alla Tavola rotonda in seno alla XIV Convention di Centro Studi Enti

Iva: entro il 27 dicembre il versamento dell’acconto Iva per l’anno 2016, da quest’anno attenzione agli effetti dello “split payment”

Entro il prossimo 27 dicembre è necessario procedere, per gli Enti Locali interessati, al versamento dell’acconto Iva per l’anno 2016.