Notifica: è nulla se fatta ad un procuratore con lo stesso cognome di quello indicato in Sentenza ma un nome diverso

Notifica: è nulla se fatta ad un procuratore con lo stesso cognome di quello indicato in Sentenza ma un nome diverso

Nella Sentenza n. 5716 del 23 marzo 2016, la Corte di Cassazione statuisce che l’ipotesi di inesistenza giuridica della notificazione ricorre quando essa sia stata eseguita in modo assolutamente non previsto dalla normativa e sia quindi inidonea a realizzare lo schema tipico dell’istituto, come accade quando la consegna dell’atto avvenga a persona ed in luogo non riferibili al destinatario e non vi sia stata una qualsiasi consegna dell’atto da notificare.

Si configura invece la nullità della notificazione quando, nonostante l’inosservanza di formalità e di disposizioni di legge in tema o di individuazione delle persone legittimate a ricevere la consegna dell’atto notificato o del luogo in cui detta consegna deve essere eseguita, una notificazione sia comunque materialmente avvenuta mediante rilascio di copia dell’atto a persona e luogo avente un qualche riferimento con il destinatario della notificazione. Pertanto, nel caso di specie, la notificazione presso il domicilio eletto ad un procuratore che abbia lo stesso cognome di quello indicato in Sentenza, ma un nome diverso, tenuto conto della identità dello studio e del cognome dei 2 Avvocati può considerarsi eseguita in luogo e a persona che presentino comunque una relazione con l’intimato, sicché non è inesistente ma nulla, con la sola conseguente necessità della sua rinnovazione.


Related Articles

Accertamento catastale: l’atto impositivo deve essere sempre motivato

Nella Sentenza n. 762/67/2016 dell’8 febbraio 2016 della Ctr Lombardia, i Giudici statuiscono che l’accertamento catastale deve sempre riportare quel

Natura giuridica dell’Addizionale provinciale e della Tia

La Corte di Cassazione torna di nuovo a trattare della questione della natura giuridica della Tia con l’Ordinanza n. 17113