Notifica: è valida in caso di temporanea assenza del destinatario dall’indirizzo di residenza

Notifica: è valida in caso di temporanea assenza del destinatario dall’indirizzo di residenza

Nell’Ordinanza n. 21877 del 7 settembre 2018 della Corte di Cassazione, l’Agenzia delle Entrate impugna una Sentenza relativa ad una comunicazione preventiva di fermo amministrativo, disposta per il mancato pagamento di 3 cartelle esattoriali per Iva, Irap e Tassa auto, dove si è fatta questione della ritualità o meno della notifica delle predette cartelle ex art. 140 del Cpc.

In sostanza, i Giudici hanno ritenuto errata la relazione di notifica delle cartelle sottostanti al preavviso di fermo dalla quale si evince che il destinatario era assente. La Suprema Corte afferma che la notificazione eseguita, ai sensi dell’art. 140 del Cpc., nel luogo di residenza del destinatario risultante dai registri anagrafici, è nulla soltanto nell’ipotesi in cui questi si sia trasferito altrove e il notificante ne abbia conosciuto (ovvero con l’ordinaria diligenza avrebbe potuto conoscerne) l’effettiva residenza, dimora o domicilio, dove è tenuto ad effettuare la notifica stessa, in osservanza dell’art. 139 del Cpc. Nel caso di specie, l’indirizzo recato sulle relate era proprio quello di residenza. Inoltre, dalla lettura della relata risulta che si è in presenza di un’ipotesi di temporanea assenza del destinatario, e che sono state espletate tutte le formalità previste, comprensive dell’invio della raccomandata informativa. Quindi, la notifica doveva considerarsi valida.


Related Articles

“Pcc”: disponibile l’Elenco delle banche abilitate

 Con una Nota pubblicata il 30 marzo 2015 sul portale “Piattaforma certificazione crediti”, il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha

Scorrimento della graduatoria e diritto degli idonei all’assunzione

Nella Sentenza n. 26104 del 2 novembre 2017 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità si esprimono in materia

Iva: aliquota ordinaria su interventi di sistemazione e consolidamento del territorio volti a pervenire e mitigare i dissesti idrogeologici

L’Agenzia delle Entrate, con la risposta all’Istanza di Interpello n. 51 del 12 febbraio 2019, ha fornito chiarimenti in ordine

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.